ApiGiovani, Ghibellini: «I nostri piani per aiutare imprese e persone»

Abbiamo intervistato il Presidente di ApiGiovani Verona, Michele Ghibellini, che ci ha delineato i piani in atto e le iniziative in programma a sostegno di imprese, commercianti, famiglie e ragazzi. Una scaletta che spazia da gruppi di acquisto di dpi a prezzi agevolati a webinar in vista della riapertura, da consulenze sulla comunicazione aziendale a sussidi per venire incontro alle esigenze di famiglie e bambini.

«ApiGiovani è il gruppo giovani di Apindustria Confimi Verona – spiega Ghibellini – I nostri soci attivi sono circa una quarantina e vanno dai 20 ai 40 anni, ma il gruppo è composto anche da molte altre realtà, aziende e persone. Sono stato eletto presidente un po’ di mesi fa, dall’anno scorso quindi sto cercando di portare avanti tematiche legate al mondo giovanile dell’impresa».

«Noi non ci siamo mai fermati, nel senso che subito dopo l’emergenza sanitaria ci siamo mossi, attraverso anche i nostri associati interni del gruppo giovani, per aiutare le aziende con modulistiche e procedure operative».

«Abbiamo aperto contestualmente un hashtag sui nostri social che era “faremo tutto bene” in contrapposizione a quello che è diventato un po’ di moda dell’“andrà tutto bene”, perché noi siamo convinti che prima di tutto bisogna fare, dopo le cose si possono sistemare, ma è fondamentale il contributo che ognuno di noi può dare alla società e al mondo del lavoro».

«Stiamo trattando gruppi di acquisto per i dispositivi di protezione individuale, in un’ottica di sostenibilità, insieme a un’azienda veronese che è stata la prima a ottenere la certificazione dell’istituto superiore di sanità e che attiene dunque alle normative anche Uni, Eni, Iso necessarie per il lavoro in azienda. Grazie a questo progetto riusciremo a fornire ai nostri associati, o a chi vuol far parte di questo gruppo di acquisto, i dispositivi a prezzi molto convenienti, addirittura meno della metà del prezzo che ora è stato imposto per le mascherine chirurgiche a livello nazionale».

«Stiamo continuando inoltre a portare avanti webinar – continua il Presidente – con esperti del gruppo Api, su come prepararsi per la riapertura in ambito covid-19, sulle procedure per la sanificazione delle aziende, attraverso anche consulenze gratuite sulla comunicazione, sul digitale, su cosa fare per ripartire e acquisire magari anche un numero maggiore di clienti. Per aiutare imprese, commercianti e produttori, con il supporto anche di altre associazioni, sono state messe a disposizione anche piattaforme di e-commerce gratuite».

«Ci stiamo occupando anche del sussidio alle famiglie o per chi ha figli, insieme a realtà del terzo settore – conclude -. Attiveremo degli studi campione sul nostro territorio per capire quali strumenti mettere a disposizione, sia dal punto di vista formativo sia psicologico, per fornire supporto a famiglie, ai bambini e ai ragazzi».