Amadeus e quelle meches bionde di 35 anni fa

Ieri sera il debutto sul palco sanremese di Amadeus. Il noto presentatore, cresciuto a Verona, iniziò la sua carriera a Milano partendo proprio dalla nostra città. A ricordare come si presentò davanti a Claudio Cecchetto è il suo amico e barbiere di allora Moreno Pasqualin.

Grande emozione ieri sera sul palco dell’Ariston per Amedeo Sebastiani, in arte Amadeus, il presentatore del 70esimo Festival di Sanremo, cresciuto a Verona, ieri nel suo discorso iniziale ha ricordato quando tanti anni fa partì dalla nostra città per raggiungere Milano, dove iniziò la sua carriera radiofonica e poi televisiva.

Prima di partire, quel giorno, passò ancora una volta dal suo barbiere di fiducia, Moreno Pasqualin, titolare di un negozio di acconciature a Montorio, rivolgendogli una richiesta particolare: «Moreno, fammi le meches bionde».

È stato lo stesso Pasqualin a condividere sul proprio profilo Facebook il ricordo di quell’episodio curioso che anticipò l’incontro di Amadeus con Claudio Cecchetto, il produttore che lo volle a Radio 105.

Ieri sera, come milioni di italiani, anche Moreno era incollato al televisore per guardare il debutto sanremese dell’amico Amedeo che, secondo lo stesso, è rimasto tale e quale, simpatico, spontaneo, genuino. «Caratteristiche dei grandi»