Vetrocar CSS Verona, esordio amaro. Oggi di nuovo in vasca alle 18

L'emozione dell'esordio europeo scotta la VetroCar Css Verona. Nel primo impegno del girone B di Len Women Euro League, la squadra di Zaccaria viene superata dal Mediterrani per 13-11 (parziali 5-2, 3-4, 2-3, 3-2). Stasera alle 18 il secondo match (diretta su Radio Adige TV, 640 DTT).

Nicole Zanetta (Paul Take foto)
Nicole Zanetta (Paul Take foto)

Alle Piscine Monte Bianco è stata una grande festa ieri sera per l’arrivo della competizione continentale. Al momento di far sul serio, però, il team di casa è partito con qualche timidezza di troppo. Sconfitta 11-13 contro CE Mediterrani.

Oggi alle ore 18 (diretta su Radio Adige TV, 640 del digitale terrestre) la VetroCar Css proverà a scrollarsi di dosso il risultato negativo, affrontando l’altra formazione spagnola del girone, il Mataró.

Guarda la diretta anche qui dalle 18: clicca sull’immagine

Le catalane del CN Mataró, allenate da Daniel Ballart, hanno trionfato per la prima volta nel campionato nazionale 2019/20, sconfiggendo il Mediterrani e interrompendo il dominio del Sabadell che durava da 9 stagioni.

Il Mataró, attualmente imbattuto in Spagna e che nel 2016 ha conquistato il Len Trophy, ha iniziato col piede sbagliato il proprio cammino in Euro League, perdendo ieri per 10-8 dalle russe del Kinef. In rosa le iberiche vantano le vicecampionesse mondiali, con la propria nazionale, Bach Pascual, Espar I Llaquet e Sanchez Gonzalez.

La partita di ieri della VetroCar Css contro CE Mediterrani

I primi 8′ hanno le iberiche bucare cinque volte Nigro e sbagliare un penalty, contro i gol di Gragnolati e di Bianconi su rigore. Gragnolati termina già nel secondo periodo il proprio match per limite di falli. Tuttavia la VetroCar ha iniziato ad uscire dal guscio.

Le scaligere hanno provato a ribattere colpo su colpo alle catalane e in gran spolvero è stata la serata di Zanetta. La numero 4 di Verona ha mandato di potenza in rete con schiaffo alla traversa, poi ha messo Alogbo nelle condizioni di battere a rete. Marcialis ha bettafo Rutgers con una grande parabola e Bianconi ha fulminato d’esperienza l’estremo dopo un fallo avversario. Peccato che le ospiti abbiano segnato poi altre tre volte.

Il buon momento gialloblù è proseguito nel terzo periodo, pure con qualche cambio operato da Zaccaria. Si è passati dal più tre spagnolo all’aggancio: si è pure esaltato l’attacco della VetroCar, che ha messo in crisi il Mediterrani con altri due centri di Zanetta e l’illuminante passaggio di Esposito per Borg.

Il 9-9 è vanificato dal nuovo vantaggio di Espar Llaquet a 11 secondi dall’ultima pausa. Nella frazione conclusiva le veronesi sono calate e, nonostante il bis di Alogbo e una nuova combinazione vincente tra Esposito, Borg e Zanetta, hanno subito tre marcature che le hanno inchiodate sul doppio svantaggio sino al termine.

Protagonista nella squadra di Zaccaria è stata Nicole Zanetta, autrice di 4 gol e di una prestazione di personalità. Proprio lei prova a spiegare l’inizio incerto di ieri: «La partenza lenta ci poteva stare: era la nostra prima esperienza e, tra emozione e poche partite disputate questa stagione, è normale che sia stato necessario un momento per studiare la situazione».

«Il risultato poi siamo state in grado di riprenderlo – prosegue Nicole – anche se nel finale abbiamo sbagliato troppo. Se contro il Mataró sapremo giocare bene singolarmente e di squadra, provando a correggere gli errori commessi ieri, potremo fare una bella partita».

VETROCAR CSS VERONA – C.E. MEDITERRANI 11-13
Parziali 2-5, 4-3, 3-2, 2-3

Verona: Nigro, Esposito, Marchetti, Zanetta 4, Borg 1, Alogbo 2, Marcialis 1, Perna, Gragnolati 1, Prandini, Bianconi 2, Carotenuto, Sbruzzi. All. Zaccaria

Mediterrani: Rutgers Godina, Duran Balentzia, Diaz Velazquez, Wolves 3, Toha Vilanova 1, Espar Llaquet 1, Tarrago I Aymerich 4, Seto Rosell 1, Dalmases Zurita, Crespi Barriga 1, Lizotte 2, Trojan Jimenez. All. Comas

Arbitri: Blanchard (FRA), Boudramis (GRE)Note: Gragnolati (V) uscita nel secondo tempo per limite di falli. Superiorità numeriche: Verona 5/10 1 rig. +  Mediterrani 1/5 + 3 rig. Nel primo tempo Crespi Barriga (M) e nel terzo tempo Lizotte (M) falliscono un rigore