VetroCar Css Verona a Firenze per allungare la striscia positiva

Trasferta fiorentina per la VetroCar Css Verona, che sfida la Rari Nantes Florentia questo sabato 11 dicembre alle 16.30.

VetroCar Css Verona - Bianconi (Paul Take foto)
Bianconi (Paul Take foto)

Sabato 11 dicembre si gioca Rari Nantes Florentia-VetroCar Css Verona

È in partenza la VetroCar Css Verona, che nella penultima giornata del girone di andata va a fare visita alla Rari Nantes Florentia. Si gioca sabato 11 dicembre alle 16.30 a Firenze. Mentre la squadra di Zizza cercherà il terzo successo consecutivo in campionato, per rimanere in scia a Roma e Padova, le gigliate cercano di far valere il fattore campo per scuotersi dopo un inizio di torneo caratterizzato da qualche passo falso. 

VetroCar e Rari Nantes si sono già affrontate nel turno eliminatorio di Coppa Italia. A fine settembre le gialloblù vinsero largamente per 12-6, sebbene per metà incontro il match sia stato in equilibrio, tanto che le squadre si presentarono all’inversione di campo sul 4-4.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Proprio questo induce prudenza nella squadra, per voce del capitano Roberta Bianconi

In quale aspetto Trieste vi ha messo in difficoltà? 

«Sapevamo che il Trieste è una squadra giovane, molto grintosa e che non molla mai. Per due tempi questo gli ha permesso di rimanere in partita e metterci in difficoltà».

Cosa vi è riuscito meglio? 

«All’inizio molte cose non ci venivano ed eravamo un pochino contratte. A permetterci di portare l’inerzia dalla nostra parte è stata la nostra pazienza nel continuare a giocare e nel costruire il nostro gioco. Questo ci ha permesso di ritrovarci nell’ultimo tempo e mezzo». 

Quali sono le maggiori insidie della trasferta di Firenze? 

«Innanzitutto giocare a Firenze non è mai semplice. Anche loro sono una squadra in crescita che ad inizio gara cercherà di rimanerci attaccata il più possibile. Il risultato credo dipenderà tutto dal nostro approccio mentale: se andiamo lì pensando che sarà una passeggiata, ci aspettano solo brutte figure». 

Avversarie da tenere sott’occhio? 

«Hanno senz’altro alcune giocatrici che si prendono qualche responsabilità in più rispetto ad altre. Conoscendo l’allenatrice, avrà preparato la squadra in modo che tutte abbiano coraggio di prendersi le proprie responsabilità, come è giusto che sia. Nessuna si tirerà indietro». 

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM