Tezenis Scaligera Basket, preso Matteo Imbrò

Ufficiale l'arrivo del play-guardia Matteo Imbrò. Il giocatore classe 1994 saluta Treviso Bakset dopo cinque stagioni da protagonista.

La Tezenis Scaligera Basket mette a segno il secondo colpo della campagna acquisti per la prossima stagione che la vedrà protagonista in Serie A1. Dopo l’arrivo del playmaker Alessandro Cappelletti, i gialloblù ingaggiano Matteo Imbrò, giocatore siciliano che proviene da Treviso, squadra dove ha ricoperto anche il ruolo di capitano.

Il profilo

Matteo Imbrò nasce nella città di Agrigento il 12 febbraio 1994. Il cestista siciliano, alto 192 cm, ricopre il ruolo di play-guardia.

Dopo i primi passi mossi con il Basket Empedocle ha completato il proprio percorso giovanile con Licata, Agrigento, Trapani, Virtus Siena e Virtus Bologna conquistando uno Scudetto Under 15, uno Scudetto Under 17 e due Scudetti Under 19; con le nazionali giovanili ha disputato gli Europei con l’Under 16, l’Under 18 e l’Under 20 vincendo la medaglia d’oro in Estonia nel 2013.

Con Siena (con la quale vince una Coppa Italia di A Dilettanti) e Bologna, Imbrò trova spazio anche in prima squadra; nella stagione 2011-12 firma con gli Eagles Bologna mentre nel 2012-2013 trova spazio in Serie A con la Virtus Bologna, diventandone capitano nella stagione successiva a soli 19 anni. 

Passa a Ferentino nell’estate del 2015 dove rimane per due stagioni durante le quali riceve la prima chiamata in nazionale maggiore. Nell’estate del 2017 firma con Treviso; qui conquista la Coppa Italia di Serie A2 e la promozione in Serie A. Nella massima categoria si conferma un punto di riferimento di Treviso guadagnandosi anche la chiamata in Nazionale nel febbraio del 2022, giocando contro l’Islanda un match di qualificazione ai Mondiali. 

Nell’ultima stagione ha giocato 21 partite di regular season con una media di 10.2 punti, 2.9 rimbalzi e 3.3 assist mentre in Basketball Champions League ha collezionato 11 presenze con una media di 5.9 punti, 3.1 rimbalzi e 2.5 assist. 

La nuova sfida di Imbrò

«Quando ho ricevuto la chiamata della società e poi ho parlato con coach Ramagli, non ho avuto dubbi sulla scelta perché ho ritenuto molto interessante quello che mi hanno proposto.» Così Matteo Imbrò, che poi prosegue: «Sono felice di arrivare in una piazza come Verona; ho visto dal vivo anche alcune partite, mi è piaciuto molto il contesto e tutto l’ambiente. Sarà sicuramente bello giocare per la Tezenis, sono molto contento di fare parte di questa squadra e di questa società.»

Le dichiarazioni del vicepresidente Pedrollo e di coach Ramagli

Giorgio Pedrollo (vicepresidente): «C’è grande soddisfazione per aver sottoscritto questo accordo con Matteo Imbrò. Un giocatore esperto ma ancora giovane che a Treviso stava dimostrando sempre più il suo valore. Si tratta di un tassello importante, un giocatore italiano nel reparto esterni come era nelle nostre idee. Lo aspettiamo con grande entusiasmo, pronti per partire nella nuova avventura”. Queste le parole del vicepresidente Giorgio Pedrollo, alle quali fanno eco quelle di coach Alessandro Ramagli che afferma: «Aggiungiamo un giocatore sicuramente giovane ma che allo stesso tempo ha grande esperienza in questo campionato. Ha già disputato la Serie A con ruoli di grande responsabilità quando era giovanissimo alla Virtus Bologna e successivamente ha riconquistato la massima categoria con Treviso.»

Poi continua analizzando il punto di vista tecnico: «Pensiamo possa essere il giocatore giusto per integrare il nostro pacchetto di palleggiatori; sicuramente ci darà quel tasso di conoscenza ed esperienza che altri nostri interpreti possono avere meno. Siamo contenti che abbia compreso il suo ruolo all’interno del gruppo che si sta formando, siamo convinti che la sua esperienza ma allo stesso tempo la sua energia, la sua gioventù e il suo desiderio di continuare il suo percorso possano essere una spinta importante per affacciarci nel migliore dei modi al campionato di Serie A

Il saluto di Treviso

Il Treviso Basket con un post sulla propria pagina Instagram saluta così il suo ex capitano.