Straverona living, non solo corsa: un’esperienza di socialità

Non solo corsa, tantissime le iniziative proposte dalla stracittadina più amata dai veronesi. Torna in grande stile la 39^ Straverona.

Straverona living

Straverona torna finalmente a correre e lo fa con rinnovato vigore, con nuovi obiettivi e con l’intento di proporre non un semplice evento podistico, ma una vera e propria esperienza da vivere insieme. Ci sono grandi aspettative per questa 39a Straverona, che si propone come l’edizione della vera rinascita, sia per gli eventi sportivi della città, che per tutti gli amanti della corsa che parteciperanno.

La mattinata di oggi è stata la perfetta occasione per presentare tutte le iniziative che rendono così speciale questa edizione della stracittadina. Nella presentazione stampa odierna, infatti, sono intervenute le figure istituzionali, i membri di Associazione Straverona, le aziende partner e le associazioni che insieme collaborano per regalare quest’evento a Verona e ai suoi cittadini.

Associazione Straverona, che da sempre cura l’organizzazione della corsa, quest’anno punta tutto su un messaggio di speranza, sul tornare a vivere momenti di leggerezza, a cui per troppo tempo si è dovuto rinunciare negli ultimi anni. Convogliando il desiderio di ripartenza, di ritorno alla vita normale e la voglia di aggregazione in un’unica manifestazione, l’Associazione prova a dare un taglio netto con le passate edizioni, specialmente quella mancata del 2020 e quella con presenze contingentate del 2021.

In merito al tanto atteso ritorno alla normalità si è espresso l’Assessore allo Sport Filippo Rando con queste parole: «Il comune di Verona è veramente contento di poter supportare e di ritrovare finalmente Straverona come l’abbiamo sempre conosciuta, nonostante la manifestazione non si sia mai fermata durante questi anni difficili. Si torna quindi alla normalità, con una giornata dedicata a tutte le famiglie, un vero successo di sport e solidarietà. Vivere la Straverona significa immergersi nel tessuto veronese per poter riscoprire le bellezze della nostra città tutti insieme. Ringrazio tutte le aziende sponsor dell’evento e Associazione Straverona, che come sempre dà il meglio di sé per regalarci questa giornata speciale».

LEGGI ANCHE: Veronafiere, eletto il nuovo cda: «Bricolo farà bene». Le opposizioni: «Logica spartitoria»

Per realizzare l’evento sono state spese importanti energie e risorse presentando progetti innovativi e riproponendo le iniziative che da molto tempo caratterizzano la stracittadina. Gianni Gobbi, presidente dell’Associazione Straverona, ha presentato così l’edizione di quest’anno: «Grazie a tutti per l’impegno con cui supportate questo evento, che torna finalmente nel suo formato originale. La nostra intenzione, segnalata dal claim “Straverona Living”, è quella di coinvolgere i partecipanti in una vera esperienza da vivere insieme, un momento di condivisione di valori sportivi e umani. Ognuno può trovare il proprio posto all’interno della Straverona: i più piccoli con la Straverona Junior, le famiglie, i podisti amatoriali e quelli più agonisti con la suddivisione in tre percorsi di 5 km, 10 km e 20 km. Ci tengo inoltre a sottolineare il nostro impegno nell’ambito della sostenibilità, non solo ambientale, ma anche sociale».

Tra le tante novità presentate nella campagna di avvicinamento all’evento, spicca infatti l’attenzione posta ad una tematica fondamentale e imprescindibile come la sostenibilità ambientale, economica e sociale. Rivestendo il ruolo di apripista nel settore degli eventi di running veronesi, per quanto riguarda la riduzione del proprio impatto ambientale, Associazione Straverona ha deciso di collaborare con l’agenzia DNA Sport Consulting che, nella realizzazione dei progetti, applica le direttive illustrate dalla norma ISO 20121, relativa ai sistemi di gestione degli eventi sostenibili e che stabilisce requisiti e impegni per incrementare la sostenibilità di un evento.

LEGGI ANCHE: Sanità, specializzandi al primo anno già in servizio. Lanzarin: «Il tutoraggio ci sarà»

Nel concreto, questo comporta azioni come l’eliminazione della plastica utilizzata per la distribuzione di acqua, rendendo così la 39a Straverona impegnata nelle scelte plastic free ed evitando l’utilizzo di oltre 22.000 bottiglie di acqua. Questo fondamentale traguardo è stato raggiunto anche grazie all’operato dei Green Partner, Acque Veronesi e Amia, oltre che alla collaborazione con l’associazione Plastic Free ODV Onlus.

Rispetto a questo importante passo in avanti è intervenuto Silvio Peroni, direttore generale di Acque Veronesi, dichiarando: «Questo traguardo è un ulteriore motivo per essere contenti, oltre al già citato ritorno alla normalità. Ringrazio Associazione Straverona e il comune per il ruolo di green partner assegnatoci, ruolo che ci consente di dare un contributo in termini di sostenibilità e di portare avanti la nostra politica aziendale. Interverremo nella prossima Straverona fornendo 13 erogatori di acqua e 600 borracce nel giorno della Straverona Junior. Quindi, oltre a dissetare tutti gli atleti con oltre 11.000 litri di acqua buona e rinfrescante, riusciremo anche risparmiare l’utilizzo di più di mezza tonnellata di plastica».

Straverona living

Rimanendo in tema ecologico, nello specifico per quanto riguarda la riduzione di emissione di CO2 e per favorire la mobilità interna, Straverona ha rinnovato la sua collaborazione con ATV, organizzando delle navette gratuite che trasporteranno i podisti dallo Stadio Bentegodi a Piazza Cittadella. Coloro che invece risiedono in città, sono stati incentivati ad utilizzare mezzi green come la bicicletta, Straverona infatti si è impegnata a fornire un supporto logistico permettendo di poterla lasciare gratuitamente nel parcheggio custodito dalla FIAB in Piazza Bra. Un’altra iniziativa degna di nota: nel realizzare i volantini promozionali dell’evento sono stati risparmiati oltre 2000 mdi carta grazie all’ottimizzazione degli spazi e all’utilizzo di un QR code.

Seguendo questa spinta innovativa sono stati ideati e proposti ulteriori progetti, con il desiderio di rendere Straverona un evento totalizzante e partecipato da tutti. Per stimolare le donne ad iscriversi, incrementando così le quote rosa, è stato messo a punto un programma di allenamento mirato. Sono state quindi organizzate numerose sedute indirizzate sia alle podiste esperte che a coloro che si interfacciano per la prima volta con il mondo del running.

Per coinvolgere e incentivare i più giovani ad avvicinarsi all’universo podistico della stracittadina è stata avviata una collaborazione con l’Università degli Studi di Verona che, con l’aiuto di Centro Maratona, ha programmato dieci appuntamenti con l’intenzione di preparare i ragazzi a correre la Straverona.

LEGGI ANCHE: Scovato un nuovo “furbetto della patente”. Aveva pagato 2.500 euro

Oltre alle tante innovazioni però, la 39Straverona proporrà anche dei grandi classici, come la suddivisione in tre percorsi che toccheranno i punti più suggestivi della città. I podisti si potranno confrontare con un percorso di 5 km – piano e senza barriere architettoniche, adatto anche alle famiglie – un secondo di 10 km che si svilupperà sia in piano che in collinare e infine un percorso di 20 km che si svilupperà in centro città e sulle colline circostanti Verona, alla scoperta di luoghi e paesaggi mozzafiato. La novità di quest’anno è che tutti e tre i percorsi sono accompagnati da un hashtag diverso che i podisti potranno accompagnare alle foto scattate durante la giornata per testimoniare la loro partecipazione: 5 km – #Ricarica, 10 km – #Rincorsa e 20 km – #Resistenza. I podisti che si misureranno con il percorso più impegnativo partiranno alle 8.30 dai Portoni della Bra, seguiti dai runners dei 10 km alle 8.45 e infine dai corridori e camminatori dei 5 km che partiranno alle ore 9.00.

Sono state anche rinnovate le iniziative volte alla promozione del patrimonio culturale e artistico veronese. Confermata quindi la 4ª edizione della Passeggiata Culturale, un mix di sport, arte e cultura, ospiti dei volontari di Verona Minor Hierusalem, alla scoperta del percorso “Rinascere dall’Acqua. Verona aldilà del fiume” e delle sue suggestive chiese. Si mantiene inoltre attiva, anche per quest’anno, la convenzione che permette a tutti i partecipanti della Straverona, durante il weekend dell’evento, di entrare gratuitamente nei siti archeologici e nei musei più importanti di Verona come l’Arena, Castelvecchio, la Casa di Giulietta, il Teatro Romano e molti altri.

Non sarebbe la stessa Straverona se ad accompagnare la passione per lo sport e la voglia di stare insieme, non ci fosse un’altra componente fondamentale: l’intento solidale. Per il secondo anno consecutivo il charity program coinvolgerà una fondazione che opera su scala nazionale ma con sede a Verona: Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica – Onlus, che da anni si impegna nella ricerca contro la malattia genetica grave più diffusa in Europa.

In rappresentanza di FFC Ricerca, oggi è intervenuto il Direttore Generale Giuseppe Zanferrari: «Siamo molto grati alle istituzioni e all’organizzazione, che per il secondo anno consecutivo, hanno deciso di sposare la nostra causa. Anche noi daremo il nostro contributo: più di settanta persone della Fondazione correranno il 22 maggio. Non dobbiamo però dimenticarci di una corsa altrettanto importante: quella che corriamo contro il tempo per trovare una cura efficace alla fibrosi cistica. FFC Ricerca, nata a Verona, si batte ogni giorno per trovare un rimedio alla malattia genetica più diffusa in Europa e che in Italia affligge oltre 6.000 persone. Negli ultimi anni sono stati fatti passi molto importanti in questo senso, ma c’è ancora tanta strada da fare. Noi parteciperemo alla 39a Straverona con tutta la nostra forza e il nostro entusiamo, con la certezza che sarà l’occasione per vivere insieme una giornata di gioia e speranza».

A capitanare la squadra FFC Ricerca durante la manifestazione ci sarà anche Rachele Somaschini, campionessa di rally femminile, affetta da fibrosi cistica, che per l’occasione affronterà il percorso da 5 km.

Ad anticipare la 39Straverona, sabato 21 maggio dalle ore 14.00, tornerà, in collaborazione con FIDAL Verona, anche la Straverona Junior, il formato della stracittadina creato appositamente per i più piccoli, giunto alla sua 9edizione. L’evento è pensato per i bambini dai 5 agli 11 anni, i quali potranno competere su diversi percorsi suddivisi in base alla loro età. Al termine delle gare tra bambini e prima delle premiazioni, ci sarà il tempo per un momento di condivisione sportiva tra i figli e i genitori che li accompagnano, con la simpatica “Staffetta Genitori e Figli”.

A fare da sfondo ai due eventi ci sarà l’area expo allestita in Piazza Bra, aperta sabato 21 dalle 10 alle 19.00 domenica 22 dalle 8.00 alle 17.00.

È possibile iscriversi alla Straverona tramite diverse modalità: online, sul sito www.straverona.it, allo stand in Piazza Bra dal 7 maggio al 21 maggio e presso i punti di iscrizione autorizzati dal 20 aprile al 19 maggio. I più ritardatari si potranno iscrivere anche il giorno dell’evento presso il loggiato della Gran Guardia, a partire dalle ore 7.30.

Versando la quota intera, gli iscritti riceveranno la maglia tecnica Straverona e la sacca ristoro, con dentro gli omaggi dei partner che sostengono l’evento. Sono previste, come di consueto, delle agevolazioni per i gruppi podistici.

Straverona living
Foto Graziano Zanetti

La Straverona, organizzata da Associazione Straverona in collaborazione con il Comune di Verona, con il patrocinio della Regione Veneto e dell’Esercito, ritorna con la consapevolezza di essere la corsa di tutti e per tutti e con l’intento di coinvolgere ed emozionare i cittadini veronesi. Per questo, la 39edizione, sarà ancora più speciale, rappresentando il momento di festa e rilancio di cui tutti avevamo bisogno.

Straverona è un evento che coinvolge numerose aziende che dimostrano di sostenere concretamente le attività che valorizzano il territorio e i cittadini veronesi. Il Main Sponsor anche quest’anno è AGSM AIM, mentre i Partner dell’evento sono Fondazione Gruppo Pittini e De Angelis Food. Per il decimo anno consecutivo Turri si conferma Sponsor Ufficiale, la concessionaria Fimauto invece sarà Auto Ufficiale di questa edizione. Come Green Partner dell’evento troviamo Amia e Acque Veronesi. L’ArenaTeleArena e Radio Verona ritornano come Media Partner dell’evento.  A supporto della Straverona Junior ci sono Villafrut e Benetti come Main Partner, mentre Maya e Gestione Casa sono Partner.

Le foto ufficiali dell’intera manifestazione verranno fornite da ENDUpix. Il fornitore ufficiale è Consorzio San ZenoSpazio Visibile, Up Rent, Gazebo Flash Audio Lux e Arca Service sono Supporter dell’evento. I fornitori del pacco gara invece: Cose Buone, Cantina Valpantena, Merlini, Germinal Bio, I Bibanesi, Valledoro e Monviso. La manifestazione trova anche la preziosa collaborazione di ATVFIAB e Plastic Free ODV Onlus.

Per ulteriori informazioni sull’evento: www.straverona.it.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

radio adige tv

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈