Risultati eccezionali per la sezione tuffi del Bentegodi

Incetta di medaglie per la Fondazione Bentegodi al meeting internazionale di Eindhoven. Ora l'attenzione è rivolta ai campionati Italiani di categoria, in programma la settimana prossima, a Bolzano.

tuffi bentegodi
New call-to-action

Un inizio di febbraio da leoni per la sezione tuffi della Bentegodi, con un carico di splendidi risultati e medaglie, in vista dei campionati Italiani di categoria, in programma la settimana prossima, a Bolzano. Una prova di quanti talenti stiano crescendo tra i più giovani è venuta dal meeting internazionale di Eindhoven. Una prova severissima, anche solo considerando i partecipanti: ben tredici squadre da tutta Europa e due dagli Stati Uniti.

I Bentegodini si sono presentati con ben più che le carte in regola. Sia Daniel che Benedetta, infatti, vantano un programma di tuffi che li avrebbe accreditati ad una categoria superiore alla loro, costringendo così gli organizzatori ad iscrivervi con altri a una categoria apposita, denominata “Junior Star”. Già questo sarebbe stato di per sè un indicatore di talento, ma Daniel è andato ben più in la’, guadagnandosi la medaglia d’oro nel trampolino da tre metri  e quella d’argento da un metro. Dalla medesima altezza è arrivato il raddoppio, ad opera di Benedetta Manfrin, salita anche lei sul secondo gradino del podio.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Un risultato importantissimo, in prospettiva, è stato colto – poi – da Cecilia Bragantini che nelle eliminatorie e poi nelle finali da un metro, ha fatto registrare punteggi  superiori rispettivamente di 20 e 15 punti, rispetto a quanto necessario per accedere ai prossimi campionati europei che si terranno in Polonia, in estate. Si tratta di un dato di valore altissimo, anche considerando che la giuria era composta dagli allenatori di tutte le squadre partecipanti, quindi con un livello di giudizio estremamente severo.

La ciliegina sulla torta è stata messa ancora da Cecilia Bragantini, in coppia con la bravissima Anna Fainello, con il sesto posto nel tuffo sincronizzato. «Un grandissimo risultato – ha commentato il coach Ricky Giacometti – se si considera che l’impianto nel quale ci alleniamo regolarmente è privo del secondo trampolino e per le poche prove che ci possiamo permettere, dobbiamo approfittare di trasferte di allenamento a Bolzano».

LEGGI ANCHE: Ca’ del Bue: il Comune di Verona chiede approfondimenti ad Agsm Aim

Rimarchevole anche il risultato di Mattia Bonizzato nella difficilissima categoria Senior, con il quinto posto da un metro.

L’altra prova d’eccellenza è venuta dai campionati italiani  Master e Propaganda, tenutisi a Torino. Qui, ancora Mattia Bonizzato ha fatto letteralmente incetta di medaglie, vincendo tutte le gare alle quali era iscritto, compreso il sincronizzato, in coppia con Gregorio Tosi. Quest’ultimo, insieme a Linda Begal, ha letteralmente stracciato gli avversari nel sincro misto. Vittoria anche per Asia Poiesi e Miriam Rigotti, rispettivamente nella categoria non ex agonisti e master.

Per coach Giacometti «sono tutti risultati che dimostrano non solo la crescita di individualità ormai destinate ai vertici nazionali, ma anche di una squadra coesa. Ora ci prepariamo ad un ritiro a Bolzano, per arrivare nella forma migliore ai campionati Italiani di categoria. Là i nostri obiettivi saranno la qualifica di Cecilia Bragantini agli Europei e il punteggio che porti Anna Fainello ai prossimi Campionati Assoluti».

LEGGI ANCHE: Scipione a Verona raddoppia, il bus serale diventa a chiamata in nuove zone

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM