Quintarelli e il team Nismo chiudono all’ottavo posto

Al quarto round del SuperGT a Motegi, Ronnie Quintarelli e il team Nismo si classificano con l’ottavo posto. «Sono contento di com'è andato il primo stint, nel quale sono riuscito a recuperare fino alla sesta posizione. L’ottavo posto ci lascia un po’ delusi, ma i tre punti conquistati sono comunque molto positivi».

Al via del quarto round del SuperGT a Motegi, Ronnie Quintarelli si schierava dopo la grande vittoria nel round precedente di Suzuka con l’obiettivo di marcare punti importanti per il campionato. Il circuito della prefettura di Tochigi aveva visto il Team Ufficiale Nismo ottenere buoni risultati in passato ma per la prima volta è stato di scena a metà stagione, e non come finalissima, a causa dei riposizionamenti dovuti alla crisi sanitaria in corso.

Questo ha significato per i team correre con la loro normale zavorra e non, come accade tradizionalmente per la tappa conclusiva, liberi da restrizioni. Non è stato quindi facile adattare la Nissan GT-R numero 23 al maggiore peso nelle accelerazioni e decelerazioni tipiche del tracciato.

Nella qualifica del sabato, il meteo si è rivelato instabile e variabile. Quando il compagno di squadra di Ronnie, Tsugio Matsuda, è sceso in pista per il Q1, la pioggia ha iniziato a cadere rendendo le condizioni estremamente complicate. In più, una bandiera gialla ha rallentato il pilota giapponese nell’ultimo giro lanciato, quando stava migliorando. Questo ha portato la squadra a doversi accontentare dell’undicesimo posto. 

Quintarelli ha preso il via della corsa e con una buona partenza, ha recuperato due posizioni nel primo giro. Approfittando delle difficili situazioni di traffico dovute al doppiaggio delle vetture della classe inferiore GT300, Ronnie ha poi guadagnato ulteriore terreno, arrivando ad occupare il sesto posto nel momento del pit-stop per il cambio pilota. Matsuda è tornato in pista in lotta per il quinto posto, ma un detrito derivante da un contatto tra due altre vetture ha richiamato la safety-car e, in ripartenza, Matsuda non ha avuto la velocità necessaria per tenere a bada i rivali, terminando ottavo.
 
«In questo fine settimana a Motegi eravamo molto carichi e con la voglia di far bene dopo la vittoria a Suzuka. Il tempo instabile del sabato e i 44Kg di zavorra a bordo ci hanno però fatto faticare in qualifica, ma partendo dall’undicesima posizione siamo comunque riusciti a fare una bella gara» Ronnie Quintarelli. «Sono contento di com’è andato il primo stint, nel quale sono riuscito a recuperare fino alla sesta posizione. Se tutto fosse girato per il meglio anche nel secondo stint, avremo potuto terminare la gara anche nei primi cinque».

«L’ottavo posto finale ci lascia un po’ delusi, ma i tre punti conquistati per il campionato sono comunque molto positivi» conclude Quintarelli. «Il prossimo appuntamento stagionale sarà nel primo weekend di ottobre sul Fuji Speedway, e si tratterà del terzo appuntamento della stagione su questo circuito. Grazie a tutti i tifosi per il supporto anche in questa gara di Motegi».