Pordenone-Chievo, Aglietti: «Momento positivo, ma dobbiamo essere umili»

Domani alle 14 allo stadio Guido Teghil di Lignano Sabbiadoro, si disputerà Pordenone-Chievo, anticipo della settima giornata di campionato di serie B. «Credo che nei confronti del Chievo ci sia sempre la solita attenzione, ma anche che domani sarà una gara molto difficile perché di grande intensità» ha affermato il tecnico Alfredo Aglietti.

In vista di Pordenone-Chievo, anticipo della settima giornata di campionato di serie B, alle 14 allo stadio Guido Teghil, l’allenatore della squadra veronese Alfredo Aglietti è intervenuto in conferenza stampa per presentare la gara.

«Non è cambiato niente rispetto a settimana scorsa, purtroppo non ho recuperato nemmeno Obi. Abbiamo svolto una settimana di lavoro anche di “scarico”, dopo aver disputato tre gare molto ravvicinate. Poi c’è la sosta quindi ho cercato di far anche rifiatare la squadra per averla fresca in vista della gara di alta intensità di domani. Dovremo essere bravi soprattutto sulle seconde palle, sui rimbalzi e su tutte quelle che sono le situazioni di rapidità in campo» ha affermato.

«Abbiamo lavorato bene, per dare freschezza e velocità. Il Pordenone l’anno scorso è arrivato ai play-off e anche loro sembrava potessero andare anche più avanti. Una società seria, che ha fatto un buon mercato, sopratutto con il colpo Diaw» ha commentato. «Hanno ambizioni e sono una squadra ben consolidata. Conosco bene anche il loro allenatore, Attilio Tesser che ha grande esperienza. Mi auguro che domani la mia squadra abbia la stessa intensità e cattiveria avuta nelle partite precedenti».

«Credo che nei confronti del Chievo ci sia sempre la solita attenzione, ma anche che domani sarà una gara molto difficile perché di grande intensità» prosegue. «Dobbiamo tenere alta la concentrazione, siamo pieni di entusiasmo e autostima ma non dobbiamo pensare di abbassare la guardia. Siamo in un momento positivo ma dobbiamo sempre essere umili».

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI SPORT