Manita Tezenis: quinta vittoria consecutiva a Capo d’Orlando

In Sicilia, la Tezenis vince contro l'Orlandina senza mai passare in svantaggio. Ramagli: «Abbiamo spaccato e controllato la partita».

Foto da www.scaligerabasket.it

La Tezenis Verona vince la quinta gara consecutiva. Anche in trasferta, sul campo di Capo d’Orlando, i gialloblù di coach Ramagli trovano un successo che vale due punti preziosissimi per la classifica. 76 a 83 il risultato finale al termine di una gara che i gialloblù hanno condotto dall’inizio alla fine, chiudendo il primo parziale già con sei punti di vantaggio. Il copione della partita non cambia: Orlandina che prova a ricucire lo strappo, Tezenis che trova la forza per allungare in maniera decisa nel finale, quando ipoteca la gara arrivando sul +11 a due minuti dal termine. Greene è il top scorer dell’incontro con 28 punti, seguito da Jones con 19.

La partita

La Tezenis mette subito pressione all’Orlandina aprendo il match con due palle rubate. Jones e Candussi mettono i primi punti (2-4) con lo strappo firmato da Severini che colpisce con la prima tripla del match (2-7). Le due triple consecutive di Greene mantengono le distanze tra le formazioni (8-13) costringendo coach Sodini al primo time out del match.
Capo d’Orlando si affida a Floyd che mette 11 dei primi 15 punti della formazione di casa e con Diouf torna a -1 sul 17-18. La Tezenis alzare nuovamente la pressione in difesa costringendo l’Orlandina a forzare i tiri; i gialloblù ne approfittano per scappare ancora fino al 17-23 che chiude il primo quarto.

La Tezenis perde metà del vantaggio accumulato nei primi minuti del secondo quarto. I padroni di casa accorciano sul 21-24 mentre i gialloblù faticano a trovare la via del canestro. La gara si fa equilibrata, la Tezenis si scuote con le triple di Greene e Tomassini che valgono un nuovo +6 (25-31) a metà parziale.
La gara continua a regalare emozioni. Ancora una volta la formazione di Sodini si riporta sotto sul 36-38. Il nuovo possesso di Verona porta alla tripla di Rosselli, con il primo tempo che si chiude sul 39-43.

La tripla di Jones è l’unico squillo di Verona in apertura del secondo tempo. L’americano, nei primi tre minuti, mette anche due liberi (44-48) poi colpisce ancora dalla lunga distanza e regala il +7 ai gialloblù (44-51). La Tezenis prova a scappare e lo fa alzando il ritmo del match.
Tocca il +9 nella seconda parte del parziale, poi subisce ancora una volta il rientro di Capo d’Orlando che con Floyd ha la possibilità di portarsi sul -2, ma i due errori dalla lunetta cristallizzano il punteggio sul 54-58. Prima della fine del quarto arriva la tripla di Caroti che fissa il punteggio sul 54-61.

In due minuti l’Orlandina riapre la gara. La tripla di Taflaj porta i padroni di casa sul -2 (61-63) costringendo Ramagli al time out. Torna in campo Candussi che subito appoggia al vetro, poi Greene buca la retina dalla lunga distanza e la Tezenis torna a comandare (61-71). Capo d’Orlando continua ad essere fallosa dalla lunetta, Verona trova canestri preziosi che la portano con 10 punti di vantaggio a tre minuti dalla fine (67-77).
La tripla di Gay dà l’ultima speranza alla formazione di Sodini ma Verona non si scompone. Greene mette punti che ipotecano la gara, la Tezenis conquista il match con il punteggio di 76-83.

Il commento di coach Ramagli

Al termine della gara vinta sul campo di Capo d’Orlando, coach Ramagli ha commentato: «Era una partita difficile, Capo d’Orlando ha messo in campo energia, intensità e voglia di vincere. Quando sei in una situazione di classifica come la loro, in casa si mette in campo tutta l’energia. Partita difficile, vinta meritatamente e soffrendo. Questa è la verità e se vogliamo crescere dobbiamo vincere le partite soffrendo».

«Al di là delle statistiche che questa sera contano niente, è contato lo spirito, la capacità di spaccarla in un paio di momenti e poi controllarla, quando Capo d’Orlando ha fatto lo sprint per riaprire la gara. Abbiamo un vissuto diverso rispetto al gruppo di Capo d’Orlando, però il rischio era di essere travolti dalla loro energia. Invece abbiamo contenuto le palle perse, abbiamo lasciato qualche canestro di troppo in contropiede però tutto sommato è stata una partita non semplice ma condotta meritatamente e portata a casa».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM