Verona abbraccia la maglia rosa. Il Giro d’Italia è di Jai Hindley

A Verona l'ultima delle 21 tappe del Giro d'Italia 2022, edizione 105. Partenza dalla Fiera, percorso "classico" sulle Torricelle e arrivo in piazza Bra, con passerella finale in Arena, dove "l'australiano d'Abruzzo" Jai Hindley ha alzato il Trofeo Senza Fine.

Jai Hindley in Arena maglia rosa
Jai Hindley in Arena sfila con la maglia rosa

A Verona la cronometro conclusiva del 105° Giro d’Italia con la premiazione in Arena

In Arena la grande festa del Giro d’Italia: “l’australiano d’Abruzzo” Jai Hindley alza il “Trofeo Senza Fine”. A Verona oggi si è tenuta l’ultima delle 21 tappe del Giro d’Italia 2022, edizione 105. Frazione a cronometro con partenza dalla Fiera di Verona, percorso “classico” del Mondiale 1999 sulle Torricelle e arrivo in piazza Bra, con passerella finale in Arena, dove è accolto dal pubblico il vincitore finale della maglia rosa.

Hindley, soprannominato “l’australiano d’Abruzzo” per il suo legame con la regione italiana, è il primo australiano a vincere il Giro. A conquistare la tappa invece è stato il campione italiano a cronometro Matteo Sobrero.

Grandissimo il calore dei tifosi arrivati a Verona, su tutto il percorso e in Arena, il teatro finale di un grande spettacolo sportivo.

In Arena premiate anche le altre maglie del Giro d’Italia: la ciclamino (classifica a punti) è di Arnaud Demare, l’azzurra (scalatori) di Koen Bouwman e la bianca (giovani) di Juan Pedro Lopez Perez.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Jai Hindley trofeo senza fine
Jai Hindley in Arena con il Trofeo Senza Fine

La diretta della giornata con Verona Network e Radio Adige Tv: clicca play!


LEGGI ANCHE: Cosa fare a Verona e provincia questo weekend

Ore 17.13: JAI HINDLEY arriva sul traguardo e conserva il vantaggio su Carapaz. IL GIRO D’ITALIA È SUO!

Hindley, soprannominato “l’australiano d’Abruzzo” per il suo legame con la regione italiana, è il primo australiano a vincere il Giro. Matteo Sobrero invece vince la tappa.

Ore 17.05: per Vincenzo Nibali gli ultimi metri al Giro d’Italia

Calore dei tifosi e commozione per lo “squalo” Vincenzo Nibali, che ha annunciato il ritiro dalle corse. Chiude quarto il Giro d’Italia

Ore 16.50: partiti tutti, anche la maglia rosa!

Parti anche Richard Carapaz e Jai Hindley, grandi protagonisti di questa sfida per la maglia rosa.

Ore 16.30: Arensman insidia Sobrero, ma è secondo

Thymen Arensman scalza Mathieu Van Der Poel dal secondo posto, ma non riesce a fare meglio del campione italiano Matteo Sobrero, che rimane leader di tappa provvisorio con 22′ 34”. Arensman a 23” e Van Der Poel a 40”.

Ore 16.10: Tripudio in Arena per Mathieu Van Der Poel

Amatissimo dal pubblico l’olandese Van Der Poel, sempre pronto a dare spettacolo. Per lui sfuma però la vittoria di tappa, arriva con 40 secondi di ritardo da Matteo Sobrero, leader provvisorio.

Ore 16: classifica provvisoria Matteo Sobrero è davanti

Con un tempo di 22′ 24” il campione italiano a cronometro Matteo Sobrero si piazza davanti a tutti. Secondo Mathieu Van Der Poel, Terzo Mauro Schmid.

Ore 15.26: Magnus Cort Nielsen scalza Hepburn

Con il tempo di 23′ 42” il danese supera Hepuburn per il primo posto provvisorio. Terzo Edoardo Affini. Partito il campione italiano a cronometro Matteo Sobrero.

Ore 15.10: nuovo miglior tempo firmato da Michael Hepburn (23′ 48”)

Difficoltà per i ciclisti sul percorso, con tratti di asfalto bagnato che possono causare errori e scivolate.

Ore 14.57: parte il mantovano Edoardo Affini (Jumbo-Visma)

Edoardo Affini è uno dei papabili vincitori della tappa di oggi.

Ore 14.50: classifica provvisoria della cronometro, davanti Van Den Berg della EF

Ore 14.10: è partita la cronometro di Verona

Il primo a partire è stato Roger Kluge, ultimo in classifica generale. A dare il via alla tappa il presidente della Regione Veneto Luca Zaia con il sindaco di Verona Federico Sboarina.

Giro d'Italia Roger Kluge
Roger Kluge, primo a partire nella cronometro di Verona

Il percorso

Frazione a cronometro sul Circuito delle Torricelle (dei Mondiali) percorso in senso antiorario. Prima parte per vialoni rettilinei e molto larghi. Poi 4.5 km di salita al 5% con alcuni “scalini” e con carreggiata più stretta della prima parte. Scollinamento alla Torricella Massimiliana con cronometraggio intermedio. Seguono 4 km di discesa su strade come quelle della salita. Ultimi 3 km lungo le vie cittadine con alcune curve ad angolo retto. Arrivo in Piazza Bra e nell’Arena di Verona.

Grande festa a Verona e in Arena per il Giro

Verona è pronta. Già ieri sera e poi questa mattina presto gli allestimenti del Giro d’Italia hanno iniziato a comparire per le strade della città. Oggi si corre la 21esima e ultima tappa del Giro n°105, un percorso a cronometro di 17,4 km. Il percorso è quello classico, dalla fiera alle Torricelle, con arrivo in piazza Bra e passerella finale con premiazioni in Arena.

La classifica (ribaltata ieri)

Sono quattro le maglie da assegnare definitivamente oggi. Ovviamente la più importante è quella rosa, strappata ieri all’ecuadoriano Richard Carapaz (Ineos Grenadiers) dall’australiano Jai Hindley (Bora-Hansgrohe). A pochi chilometri dall’arrivo della Marmolada, Hindley – grazie anche all’aiuto del compagno di squadra Lennard Kämna – è riuscito a staccare l’avversario in rosa e guadagnare un rassicurante vantaggio di 1 minuti e 25 secondi, che lo porteranno – a meno di imprevedibili sorprese – ad alzare il Trofeo Senza Fine in Arena questo pomeriggio. Terzo in classifica generale lo spagnolo Mikel Landa (Bahrain Victorious) a 1:51 e quarto “lo squalo” Vincenzo Nibali (Astana) a 7:57.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Per quanto riguarda la tappa di ieri, impresa da raccontare ai nipoti per l’italiano Alessandro Covi (Uae Emirates), che dopo una fuga partita da lontanissimo è riuscito a conservare il vantaggio sugli inseguitori Domen Novak (sloveno della Bahrain), arrivato a 32”, e l’altro italiano Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) a 37”. Sesto a 2:20 la nuova maglia rosa Hindley, 11esimo a 3:58 Carapaz.

Buona prova, al termine di un giro vivacissimo, per il veronese Davide Formolo, 12esimo ieri, arrivato appaiato all’ecuadoriano, ma che per lunghi tratti è stato fra i protagonisti della fuga di giornata.

Anche il Papà del Gnoco al Giro d’Italia…

LEGGI ANCHE: Velo Veronese, un trattore investe un uomo di 73 anni

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv