CSS Verona, Zaccaria: «Il contesto è difficile ma la squadra è molto forte»

Tutto il mondo sportivo è stato duramente colpito dalle conseguenze della pandemia in corso, non fa eccezione la pallanuoto. In particolar modo, oggi, ci siamo soffermati sul cammino della squadra veronese di pallanuoto femminile che milita in A1: la Vetrocar CSS Verona.

Tutto il mondo sportivo è stato duramente colpito dalle conseguenze della pandemia in corso, non fa eccezione la pallanuoto. In particolar modo ,oggi, ci siamo soffermati sul cammino della squadra veronese di pallanuoto femminile che milita in A1: la Vetrocar CSS Verona. Nelle ultime settimane le ragazze del CSS sono state impegnate nel campionato portando a casa una sconfitta e due vittorie, l’ultima delle quali contro Trieste, il 19 dicembre. Una buona partenza per le veronesi che per questa nuova stagione hanno rinforzato le proprie linee con quattro nuove attaccanti, anche in vista di un appuntamento storico: la qualificazione alla LEN Euro League che si terrà a febbraio.

Ne abbiamo parlato con l’allenatore della Vetrocar, Giovanni Zaccaria:« È sicuramente un momento difficile, il covid sta mettendo in difficoltà tutte le società. Nonostante questo CSS ha avuto una grande intensità di lavoro che ha permesso non solo di riproporsi in campionato ma addirittura di migliorare i quadri tecnici della squadra. Noi siamo soddisfatti in quanto la nostra società ha messo in campo uno sforzo economico importante per tenere aperto l’impianto e continuare ad allenarci. Oltretutto abbiamo avuto poche problematiche dal punto di vista medico perché a parte una quarantena fatta ai primi di settembre per un caso di positività, per il resto la squadra ha sempre continuato a lavorare. Io sono positivo da questo punto di vista rispetto al quadro italiano in questo momento.»

Per quanto riguarda i nuovi acquisti mister Zaccaria commenta:« Di questi quattro nuovi innesti, tre sono coinvolti nel progetto della nazionale femminile che sta facendo le qualificazioni olimpiche, per questo motivo passano la maggior parte del tempo nella bolla della nazionale per allenarsi. Sono anche troppo brave, quando si allenano con noi, ad integrarsi con il gruppo. Per il resto quest’ultimo è sempre solido ed affiatato e riesce a convivere bene con questo momento di difficoltà.»

Alla domanda sulla possibile vittoria del campionato Zaccaria non si nasconde:« La squadra è molto forte ed ha un potenziale molto alto, quest’anno paga lo scotto di non poter crescere in esperienza comune, non si riuscirà infatti a giocare quel numero di minuti tali da poter permettere di creare quei meccanismi di affiatamento per poter esprimere il proprio potenziale. In ogni caso ogni giorno per noi potrà essere una sorpresa e stiamo lavorando per cercare di portare a casa il massimo. Già la coppa LEN ci dirà se siamo riuscite a recuperare questo gap, in quanto la prepariamo un po’ alla cieca, non avendo minuti di partita alle spalle. Tre partite di campionato sono poche per giocare una coppa LEN.»

«Se siamo pronti a giocare in Europa? La voglia è sicuramente tantissima anche se probabilmente ancora non siamo pronti del tutto. L’anno scorso avevamo già fatto qualche esperienza internazionale per capire qual era il nostro livello e non era andata male. Ci prepareremo al meglio a gennaio e speriamo di essere all’altezza della coppa, poi il risultato sarà quel che deve essere.» conclude l’allenatore padovano.