Conquistata la finale! La Scaligera Basket vince gara 5 nella bolgia del Forum

La Scaligera Basket ha vinto ieri sera gara 5 contro Pistoia all'Agsm Forum. Dopo una serie combattuta, la "bella" è della Tezenis per 79-53. Ora le finali contro Udine per l'approdo nella massima serie.

Karvel Anderson, Scaligera Basket
Karvel Anderson, Scaligera Basket

La Tezenis Verona è in finale playoff

I gialloblù di coach Ramagli vincono gara 5 di semifinale contro la Giorgio Tesi Group Pistoia con il punteggio di 79-53. È festa all’Agsm Forum che con i suoi 4.374 spettatori fa registrare il record di presenze stagionale in Serie A2.

Spettacolo in campo, spettacolo sugli spalti con la Tezenis che si gode l’abbraccio del pubblico di Verona al termine di una gara dominata in progressione. Dal -8 del primo quarto, i gialloblù rincorrono, sorpassano prima della sirena che chiude la prima frazione poi scappano. Il secondo tempo sancisce la vittoria dei ragazzi di coach Ramagli che in finale incontreranno Udine. Si inizierà domenica, alle ore 20, dal PalaCarnera.

LEGGI ANCHE: Tommasi day, ora si comincia: «Un futuro da scrivere insieme»

Il commento del coach

Coach Ramagli, al termine della gara contro Pistoia, ha commentato: «Complimenti ai nostri avversari che sono stati tostissimi. Un avversario che ha giocato con tutto se stesso, grande merito al loro coaching staff, alla società e alla tifoseria. È stata una bella serie, il più grande ringraziamento va alla gente che è venuta numerosa, un bel clima un tifo che i giocatori sentono molto. Quando c’è così tanta gente si gioca con una partecipazione diversa e uno spirito diverso, grazie ai 4.374 spettatori perché il bello dello sport è proprio questo».

«Un grande ringraziamento al club perché è stato presente, ma con grande discrezione; un enorme ringraziamento allo staff medico, che sono tra l’altro degli amici veri, ai due fisioterapisti Davide e Luca sono stati incredibili perché hanno fatto un lavoro eccezionale per rimettere in piedi Xavier Johnson che onestamente era in grande difficoltà. Con il cuore ringrazio il mio staff, Andrea e “Gallo”, due figli minori: sono stati un pezzo fondamentale anche nella preparazione della partita che abbiamo giocato questa sera in modo diverso. Un abbraccio fortissimo ai ragazzi».

LEGGI ANCHE: Fa discutere il caso Zenti-Campedelli

«Sarebbe stato brutto finire questa sera, la squadra meritava una finale che è qualcosa di indimenticabile per un giocatore soprattutto per chi non l’ha mai giocata. Io ho avuto la fortuna di giocarla quattro volte, due volte da assistente e due volte da capo allenatore. Nelle due volte da assistente non è andata bene, nelle altre due volte vincendo con Pesaro e Virtus. Un’altra finale, per me, è gratificante a livello personale, ma soprattutto mi sono voluto vedere l’entusiasmo e la felicità negli occhi dei ragazzi. Una finale non si scorda e il fatto che ci siano arrivati in modo così sofferto, ma nello stesso tempo meritato, giocando una partita attenta ed equilibrata senza sbavature con il coinvolgimento di tutti. Tutto questo è un qualcosa che mi rende orgoglioso e ci rende orgogliosi».

«Della partita c’è da dire poco, la nostra intensità ha scavato un solco contro una squadra che non ha mai mollato un centimetro, ma che poi ha mollato a livello di energie. Anche Liam che viene da un periodo non facile a livello fisico, oggi stava bene prima dell’inizio della partita ed è stato bravo in una condizione non di completa salute, con un grande aiuto a tutta la squadra. Stasera, come è giusto che sia, festeggiamo le vittorie e una finale che è una cosa che questa società da quando è ripartita non ha mai avuto la fortuna di giocare. È sempre un momento speciale che lascia sempre qualcosa di indimenticabile, sia per chi la gioca individualmente che come componenti del club in tutte le sue diramazioni». 

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

Guarda le foto

La partita

La gara inizia con la tripla di Utomi, seguita dal doppio errore dalla lunetta di Pini e da quello di Casarin. Pistoia allunga sullo 0-5 prima del gioco da tre punti di Casarin. Pistoia costruisce un nuovo strappo con Magro, 3 punti consecutivi, e Johnson (3-11) mentre i gialloblù faticano a trovare spazi in attacco.    Verona si sblocca, prima con il libero di Johnson, poi con la tripla di Anderson (7-11) dimezzando il divario. Ancora Anderson, ancora da 3 punti (12-14), riporta sotto la Tezenis; il pareggio arriva poco dopo per mano di Candussi che poi ruba palla e Grant firma il sorpasso (16-14). 

Verona prova a scappare ad inizio del secondo quarto. Prima con Spanghero, che colpisce dalla lunga distanza, poi con Candussi (23-17) e coach Brienza è subito costretto al time out. Due errori consecutivi di Candussi non vengono sfruttati dagli ospiti ed è proprio il centro gialloblù a trovare la via del canestro per il 25-19. La Tezenis continua a produrre una difesa ad alta intensità e dopo l’errore di Johnson, Anderson corre in contropiede per il 31-22. La Giorgio Tesi prova a scuotersi con la tripla di Riismaa (31-25) ma Johnson e Anderson ristabiliscono le distanze (36-27) a un minuto dall’intervallo lungo. Si chiude sul 36-29.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Pistoia rientra subito in partita ad inizio di secondo tempo. In meno di due minuti i ragazzi di coach Brienza tornano sul -2, 36-34 dopo i due liberi di Wheatle. Verona torna a ruggire: prima con Anderson, poi con Casarin, per il nuovo +6 dei gialloblù. L’assist di Rosselli per Johnson fa alzare il volume dell’AGSM Forum ma la gara continua ad essere equilibrata. L’energia della Tezenis mette all’angolo Pistoia con i gialloblù che tornano a +9 dopo il canestro di Grant e il tecnico fischiato a Brienza porta in lunetta Anderson che firma il 47-37. La Giorgio Tesi riparte dai canestri di Wheatle e Johnson, ma solamente per un attimo, perchè la riposta di Verona guidata da Anderson è incontenibile. Si chiude sul 55-42.

E’ tripudio gialloblù nell’ultimo quarto. Verona mantiene il vantaggio fino a metà parziale, la tripla di Anderson fa esplodere l’AGSM Forum che a 6 minuti dal termine vede la Tezenis avanti 66-48, poi i gialloblù spingono a fondo fino al +22 raggiunto con la tripla di Udom (70-48). Esplode la festa, il pubblico accompagna la squadra fino alla sirena ed oltre. Finisce 79-53, la Tezenis Verona è in finale playoff. 

LEGGI ANCHE: Sabato a Nogara il funerale di Bruno Padovani e lutto cittadino

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv