BluVolley, allenamento congiunto con Trento

Primo allenamento a porte chiuse in trasferta per la BluVolley Verona, che mercoledì è andata a casa del Trento. Stoytchev: «Loro sono stati nettamente più forti di noi. Bene invece il nostro contrattacco a livello di percentuale. Ci sono ampi margini di miglioramento».

bluvolley

La prima uscita stagionale dei gialloblù è stata lo scorso 26 agosto alla BLM Group Arena, tra le mura di Trento, per un allenamento congiunto con gli uomini di Lorenzetti, rigorosamente a porte chiuse. Dopo una prima fase di riscaldamento e di lavoro a coppie, gli allenatori hanno deciso di giocare 4 set regolari al 25.

Verona, ancora in attesa del rientro dell’americano Jaeschke, schiera Spirito, Aguenier, Boyer, Asparuhov, Kaziyski, Caneschi e Bonami. Poche variazioni per Stoychev nel corso dei set per lavorare sull’intesa del sestetto.

Dopo un ora e mezza Giannelli e compagni portano a casa la giornata con 4 set vinti (25-17, 25-19, 25-21, 25-20), ma, al di là del risultato, la prima uscita stagionale è stata utile per fare un primo punto sulla preparazione. Buona la prova di Spirito in cabina di regia, Aguenier è una spina nel fianco al centro della rete e Kaziyski si dimostra sempre più leader.

Il commento di coach Stoytchev al termine dell’allenamento: «Quella di oggi è stata la nostra prima volta in campo con un’avversario, e non uno qualsiasi: credo che quest’anno Trento sia tra le favorite per la vittoria dello Scudetto. Loro sono stati nettamente più forti di noi: abbiamo sofferto soprattutto in cambio palla e a muro, ma devo dire che me l’aspettavo. Bene invece il nostro contrattacco a livello di percentuale. In definitiva posso dire che ci sono ampi margini di miglioramento, e che questo è per noi un punto di partenza. Complimenti a Trento perché stasera ha messo in campo una grande prova. Il rientro di Jaeschke? Aspettiamo Thomas nei prossimi giorni. Ovviamente ha trascorso un periodo molto difficile e per diverso tempo non ha potuto allenarsi con il gruppo, ma so che si è tenuto in forma e ha lavorato con costanza nonostante l’infortunio, perciò siamo speranzosi di poter partire da un buon livello. Oltre a lui, aggiungo, attendiamo anche l’arrivo di un secondo opposto e anche di un’altro centrale».