Al via da Malcesine i Campionati Europei di Orienteering

Sarà Malcesine la tappa extra-race di apertura degli European Orienteering Championships 2023, il 1° ottobre. I campionati proseguiranno fino all'8 ottobre a Torri del Benaco, Lazise, Verona, Prada – Monte Baldo, Soave, Alonte e Vicenza.

Campionati Europei Orienteering
Da sinistra: Gabriele Viale, direttore EOC – Sara Pallua, assessore al turismo di Malcesine – Henrik Eliasson, CEO International Orienteering Federation – Hakan Carlsson, direttore Tecnico Nazionale Svedese di orienteering
New call-to-action

Sarà Malcesine la tappa extra-race di apertura degli EOC, European Orienteering Championships 2023, gli Europei Sprint di corsa orientamento, per la prima volta in Italia, validi come finali di Coppa del Mondo. I Campionati Europei e, al tempo stesso, dell’EOC Tour, coinvolgeranno appassionati e neofiti della disciplina nelle località di Malcesine (1 ottobre), Torri del Benaco (2 ottobre), Lazise (3 ottobre), Verona (4 ottobre), Prada – Monte Baldo (5 ottobre), Soave (6 ottobre), Alonte (7 ottobre), Vicenza (8 ottobre). Per quanto riguarda Malcesine, la gara si svolgerà nel centro storico e prevede la partecipazione di 300 appassionati di corsa orientamento. Extra race significa che la tappa è acquistabile separatamente e non in modalità pacchetto come quelle inserite nella colonna 5 Days EOC Tour, in programma dal 2 al 6 ottobre. Iscrizioni online su www.eoc2023.it nella sezione EOC TOUR e il giorno stesso della gara.

LEGGI ANCHE: Apertura galleria Adige-Garda, è scontro

La disciplina sportiva dell’orienteering nasce nei paesi Scandinavi all’inizio del XX secolo e in Italia viene praticata dal 1967 e disciplinata dalla Federazione internazionale Sport di Orientamento (FISO) che conta oggi circa 150 società affiliate. La corsa orientamento è una gara a libero percorso, a cronometro individuale, durante la quale gli atleti devono individuare su una carta topografica, fornita al momento del via, l’itinerario più veloce per raggiungere una serie di punti di controllo posti all’interno di un territorio, senza smarrirsi. L’orienteering è uno sport di endurance, nel quale la componente fisica è estremamente importante al fine di completare il proprio percorso correndo nel minor tempo possibile. Ma anche la componente mentale e le capacità tecniche sono fondamentali perché è il singolo atleta a stabilire il percorso migliore da seguire per arrivare più velocemente a ciascun punto di controllo.

I punti di controllo sono il simbolo di questo sport ed è rappresentato da un segnale detto lanterna. Posizionata solitamente presso pietre, incroci di sentieri o muretti la lanterna è formata da tre quadrati di stoffa divisi diagonalmente in due metà, una bianca e una arancione, sostenuta da un paletto su cui è posto un codice numerico e un punzone, che serve all’orientista per effettuare la “timbratura” con cui certificare il proprio passaggio.

LEGGI ANCHE: Ciclovia del Sole, De Berti: «Da Verona a Valeggio in bici»

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM