A Verona torna “La Grande Sfida International”

Sabato 25 e domenica 26 maggio in piazza Bra e per le vie del centro storico la 29^ edizione con protagonisti atleti e artisti diversamente abili all’insegna dell’inclusione, integrazione e accessibilità, spinti dallo slogan “Non lasciamoci soli!”, per promuovere una cultura di tutti e per tutti.

Oggi, sabato 25 e domenica 26 maggio ritorna “La Grande Sfida International”, manifestazione giunta alla 29^ edizione sostenuta dal Comune di Verona e numerose realtà del territorio, che coniuga arte, sport e dialogo alla quale partecipanno persone con disabilità provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Lo slogan scelto per questa edizione è “Non lasciamoci soli!”, perché ognuno ha bisogno dello sguardo dell’altro. Non lasciamoci soli, è un invito a fare qualcosa per sé e per gli altri, ad alzare lo sguardo, ad aprire brecce di luce nei muri delle paure che ci difendono ma ci allontanano dalla nostra natura di esseri in relazione.

«La partecipazione a ‘La Grande sfida’ è connaturata all’essere parte di questa città – dichiara il sindaco Tommasi –. Si tratta di una iniziativa divenuta un appuntamento immancabile anche grazie ai numerosi eventi collaterali legati al lavoro della associazioni sul territorio. È la quotidianità che diventa straordinarietà con un evento che è fiore all’occhiello della città e simbolo di inclusione. Da atleta e da veronese ho sempre aderito a questa iniziativa che racconta Verona e lo spirito dei suoi cittadini e cittadine per come sono realmente. Per questo siamo tutte e tutti chiamati a dare voce a questa manifestazione, che negli anni ha visto crescere la sua dimensione internazionale grazie ai vari paesi che si sono uniti e hanno regalato la loro presenza, in linea con lo spirito dello sport e i suoi valori di unione e accoglienza. Una grande festa in piazza Bra che come ogni anno sarà apprezzata dai turisti in visita nella nostra città e un messaggio da diffondere, perché la ‘grande sfida’ continua tutto l’anno».

L’evento è stato presentato dal sindaco con delega allo Sport. Sono intervenuti Roberto Nicolis e Alessandra Previdi de La Grande Sfida Onlus, gli atleti Diego Zambelli, Martina Piccoli e il pianista Andrea Speri. Inoltre, per Fondazione Cattolica Silvia Bacilieri e Banco BPM Andrea Marconi

«La Grande Sfida è questa mettere insieme i mondi vitali, le realtà pulsanti di un paese, di una città non sono le persone più forti, ma quelle più vulnerabili – sottolinea Roberto Nicolis –. È la forza della fragilità che ha il potere di far incontrare le persone attraverso la condivisione delle passioni per lo sport, l’arte, il lavoro, le relazioni, la dimensione spirituale».

Programma manifestazione

Festival InConTrArti 

Per le vie del Centro Storico si esibiranno artisti di strada con diverse abilità provenienti da tante città italiane. Sabato 25 maggio spettacoli in via Cappello, piazza delle Erbe, Cortile Mercato Vecchio, piazza dei Signori, Via Mazzini, Piazza Bra. Sempre sabato dalle 15 – 17.30 la gara Internazionale di nuoto al Centro Federale “A. Castagnetti”.

Domenica 27 maggio in piazza Bra, dalle 14.30 alle 17, tanto sport e giochi con la presenza di persone con disabilità psichiche, fisiche sensoriali provenienti da diverse città italiane e da Germania, Austria e Albania, con il coinvolgimento delle associazioni cittadine e alcuni campioni sportivi.

Come ogni anno saranno proposti tornei sportivi e momenti informali di incontro fra la cittadinanza e le associazioni e i servizi operanti per l’handicap sul territorio attraverso l’esposizione di materiale informativo e i lavori.

Nella mattinata del 26 maggio, alle 10, alla Gran Guardia, convegno Internazionale con esperienze e testimonianze. Alle 12.30 la messa e alle 13.15 il pranzo sotto il loggiato della Gran Guardia, con la partecipazione di circa 450 persone. Alle 14.30 sfilata per le vie del centro. Fino al 9 giugno visibile a tutta la cittadinanza la Street Gallery, una “mostra in movimento”, con un’esposizione all’interno dei negozi ed esercizi pubblici della città di manufatti artistici prodotti da persone con disabilità degli atelier e centri diurni di Verona e provincia.