Uci Cinemas, riapertura sarà graduale e in piena sicurezza

Un riavvio nel segno della massima tutela per lavoratori, che hanno ricevuto una formazione specifica, e spettatori. Viene limitata la vendita dei posti per ogni spettacolo, incoraggiando l'uso della biglietteria online, per quanto sia comunque possibile anche comprare il biglietto al botteghino.

Una riapertura graduale, seguendo i protocolli di sicurezza del governo, «vogliamo avere la fiducia del pubblico e mostrare che andare al cinema è di nuovo un’esperienza bella e sicura». Così Ramon Biarnés, amministratore delegato di UCI Cinemas (il Gruppo Odeon & Uci è il più importante circuito cinematografico europeo) in Italia, Spagna, Portogallo e Germania, riassume la strategia del gruppo, che riapre il 15 giugno nel nostro Paese quattro delle sue 49 strutture multiplex (per un totale di 488 schermi). Tornano attivi per primi Uci Bicocca (Milano), Uci Orio (Bergamo), Uci Porta di Roma (Roma) e Uci Luxe Campi Bisenzio (Firenze). «La nostra intenzione – aggiunge Barnés – è riaprire tutte le nostre sale nella prima settimana di luglio».

Si rispetta in tutte le aree dei cinema il distanziamento sociale, sala compresa, secondo le misure del protocollo: almeno un metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale.

«Il sistema di assegnamento posti regolerà il distanziamento, evitando ad esempio che due famiglie diverse possano sedersi vicine in sala – aggiunge l’Ad. Per quanto riguarda le mascherine, in Italia si permette di togliere la mascherina una volta al posto e noi applicheremo questa regola, ma nel resto del cinema l’uso della mascherina resta obbligatorio». Sono intensificate le pulizie degli ambienti e aumentati i controlli alle toilette; saranno inoltre disponibili diverse postazioni di igienizzazione. Tra i film in programmazione ci sono per ora, successi recenti; blockbuster delle ultime stagioni; film che erano appena usciti prima del lockdown o che hanno debuttato sulle piattaforme. (ANSA).