Stasera in Arena torna “Turandot” con un nuovo cast

Per l’ultimo capolavoro di Puccini, stasera, sabato 28 agosto, salgono sul palcoscenico Anna Pirozzi, Murat Karahan, Ruth Iniesta, Giorgio Giuseppini e altri nuovi interpreti.

Foto Ennevi

Dopo tre recite sold-out, Turandot torna per due ultime date con un cast completamente rinnovato, a cominciare dal M° Ciampa, già acclamato alla guida della Domingo Opera Night e de La Traviata. Il nuovo gruppo di straordinari interpreti è guidato dalla principessa di gelo di Anna Pirozzi, per un’unica eccezionale serata, dopo il trionfo riscosso in Nabucco. Con lei il tenore turco Murat Karahan, già applaudito all’inaugurazione del Festival, che si cala nei panni del principe ignoto che sfida Turandot. Si conferma il soprano Ruth Iniesta, Liù molto applaudita e solista della recente IX sinfonia beethoveniana.

Padre di Calaf e re spodestato è Timur, interpretato dal basso Giorgio Giuseppini. Le “tre maschere”, ministri della Cina creata da Adami e Simoni dalla fiaba di Gozzi, vedono degli importanti esordi: Ping è interpretato dal baritono Biagio Pizzuti e il tenore Matteo Mezzaro rispettivamente come Ping e Pang. Si confermano inoltre il Mandarino dell’ucraino Viktor Shevchenko e ruoli di fianco di assoluto prestigio con il Pong di Marcello Nardis, l’Imperatore di Carlo Bosi e il Principe di Persia di Riccardo Rados. L’estremo capolavoro di Puccini è messo in scena grazie anche alle immagini digitali del Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di Parma, che si integrano con il video-design scenografico realizzato in collaborazione con D-wok. Il Maestro Francesco Ivan Ciampa guida i complessi artistici areniani: l’Orchestra, il Coro preparato da Vito Lombardi e le voci bianche di A.d’A.Mus. dirette da Marco Tonini.

Per Turandot sabato 28 agosto ci sono ancora alcuni posti disponibili. Ultima recita: venerdì 3 settembre.