Palazzo Maffei riapre le porte al pubblico

Palazzo Maffei Casa Museo annuncia la riapertura post lockdown, da sabato 26 settembre, della nuova importante sede museale, inaugurata lo scorso 14 febbraio. Tante le attività svolte "dietro le quinte" in questi mesi di chiusura.

palazzo maffei

L’apertura di un nuovo prestigioso museo, su iniziativa dell’imprenditore e collezionista Luigi Carlon, era stata accolta con entusiasmo dal mondo dell’arte e con grande partecipazione dalla città: oltre 350 opere, dalla fine del Trecento al contemporaneo esposte – su idea museografica di Gabriella Belli, direttrice della Fondazione Musei Civici di Venezia –
nelle sale del monumentale Palazzo che chiude Piazza delle Erbe nella città di Giulietta e il più importante e iconico palazzo seicentesco di Verona completamente restaurato e reso accessibile al pubblico per la prima volta, con la sua incredibile scala elicoidale, i suoi stucchi, gli affreschi,  l’impareggiabile vista sul luogo che fu l’antico foro romano.

Ora, l’atteso ritorno nelle sale di Palazzo Maffei sarà anche l’occasione per poter ammirare il risultato di alcuni interventi
di restauro e manutentivi attuati in questo periodo su oltre una decina di importanti opere
, che possono rivelare adesso
tutta la loro originale forza espressiva.

Durante i mesi di chiusura imposta dall’emergenza sanitaria per il Covid19, Palazzo Maffei ha infatti continuato ad operare “dietro le quinte”, seguendo le finalità statutarie di divulgazione e valorizzazione ma anche di conservazione e studio che sono tra i suoi obbiettivi principali.

Così accanto ai tanti contenuti e alle occasioni di approfondimento offerti in questi mesi sui canali web del Museo, accanto alla realizzazione della guida brevepresto disponibile in italiano e in inglese, e all’illuminazione della facciata, Palazzo Maffei  ha anche continuato quell’attività, importantissima, di tutela preventiva e di salvaguardia delle opere d’arte che sono alla base delle funzioni museali e che rendono evidente il rispetto e la passione per il bene culturale e la creazione artistica.