L'”incanto” di Valeggio sul Mincio: natura, gastronomia e romanticismo

A Voglia di Festa, il sindaco Alessandro Gardoni e l'assessore alle manifestazioni Bruna Bigagnoli presentano l'estate a Valeggio sul Mincio

Alessandro Gardoni e Bruna Bigagnoli
Alessandro Gardoni e Bruna Bigagnoli

«Chi entra a Valeggio, entra in un luogo magico. Chi vive in un bel territorio deve riuscire ad apprezzare e a rendersi conto di questa fortuna, invece che cercarla altrove». Parole importanti quelle di Bruna Bigagnoli, assessora alle manifestazioni di Valeggio sul Mincio, che con le sue colline moreniche e i suoi orizzonti continua a confermarsi una delle bellezze più incisive del nostro territorio.

Anche se il periodo è delicato, e tutti hanno rallentato, Valeggio sul Mincio ha voluto invece accelerare, preparando un programma estivo pieno di eventi, concentrati soprattutto nel mese di agosto. «Abbiamo aperto a luglio con un evento musicale, il concerto “Stelle della lirica” all’interno del meraviglioso Parco Giardino Sigurtà» racconta il sindaco di Valeggio, Alessandro Gardoni, «Ad agosto saremo coinvolti in molte altre iniziative che valorizzeranno molto un territorio che parla già da solo, essendo una Bandiera Arancione del Touring Club».

Un territorio di valore

Dal 7 al 15 agosto, Valeggio sul Mincio sarà una delle sedi del festival “Lago di Garda in Love”, essendo collegata direttamente al lago. L’evento è pensato per incentivare il turismo gardesano: «L’obiettivo è quello di fornire a chi viene in visita sul lago, un prodotto diverso in base al comune dove si reca. L’elemento importante in questo festival è proprio la rete, poiché hanno lavorato vari i comuni della zona del lago», spiega Brugnoli.

A partire da agosto ogni domenica del mese troveremo in paese i frequentatissimi mercatini dell’antiquariato, dove partecipano anche espositori di tutto il Veneto e Italia. Il 10 agosto, notte di San Lorenzo, avremo l’evento “Borgo dei desideri”, iniziativa promossa da “I Borghi più belli d’Italia”, di cui Valeggio fa parte.

E sempre parlando di borghi, come non menzionare Borghetto, ancora oggi tra le location più romantiche per eccellenza, e più scelta dalle giovani coppie per i matrimoni, anche quelle che vengono da lontano. Un luogo magico e suggestivo, tanto da fare concorrenza al Balcone di Giulietta (grazie alla leggenda del “nodo d’amore”), di cui ricordiamo anche i monumenti come il Castello Scaligero, il borgo medievale e il Ponte Visconteo, il tutto ovviamente contornato dalla cornice naturale del lago.

Un altro elemento che fa di Valeggio sul Mincio una vera e propria eccellenza, è senza dubbio il Parco Giardino Sigurtà, uno dei parchi botanici più belli d’Europa. In tanti anni il parco si è conservato perfettamente nella sua bellezza naturale, e proprio per i suoi ampi spazi verdi e per la sua capacità di “infondere tranquillità”, in questo periodo di pandemia è stato riscoperto in maniera particolare dai visitatori, che hanno potuto apprezzarlo ancora di più. Ora a Parco Sigurtà si sta lavorando per diventare primi al mondo nel campo della coltivazione dei tulipani.

Uno sguardo alla cucina

Infine, una piccola parentesi dell’estate, sarà dedicata alla promozione dei prodotti culinari. Purtroppo il coronavirus ha bloccato le due manifestazioni principali del prodotto tipico di Valeggio, ovvero il tortellino. Quest’anno invece della Festa del Nodo d’Amore e “Tortellini e dintorni”, (che fino al 2019 attiravano sui 3000 visitatori annui) sarà organizzato a cielo aperto il Weekend del Gusto in collaborazione con i ristoratori, pastifici, e le cantine del comune, pronti a far degustare i loro prodotti.

Insomma, Valeggio sul Mincio, grazie all’atmosfera magica, creata grazie all’impegno costante dei cittadini, riesce a creare con i suoi visitatori un feeling, che li spinge a tornare più di una volta in questa eccellenza dal sapore tutto italiano.