In Arena un fine settimana con “La Traviata” e “Aida”

Stasera debutta la spettacolare "Traviata", ultima creazione di Franco Zeffirelli. Marco Armiliato dirige un cast di stelle. Domenica torna invece la regina dell’Arena, "Aida", nell’allestimento aureo e multicolore realizzato dallo stesso Zeffirelli. Daniel Oren guida Orchestra e Coro areniani.

La Traviata Foto Ennevi

Per la prima volta in scena dopo l’Opera Festival 2019, che inaugurò alla presenza del Presidente della Repubblica e in mondovisione Rai, torna in Arena La Traviataultimo spettacolo firmato da Franco Zeffirelli, maestro della regia e della scenografia, sua summa artistica realizzata con i costumi di Maurizio Millenotti, le coreografie di Giuseppe Picone e le luci di Paolo Mazzon. Lo spettacolo, lascito artistico di Zeffirelli, adatta l’intima storia di Violetta, di amore, rinuncia e riscatto, alla grandiosità unica degli spazi areniani, nel rispetto completo dell’opera verdiana.

Nei panni della protagonista Violetta Valéry debutta a Verona il giovane soprano armeno Nina Minasyan. Il suo amato Alfredo è il tenore Vittorio Grigolo, beniamino del pubblico areniano e internazionale, mentre il di lui padre Giorgio Germont è il baritono Vladimir Stoyanov, che torna in Arena nel segno di Verdi. Con grande cura sono scelte anche le parti di fianco, sempre distribuite fra cantanti già affermati a livello internazionale e giovani promettenti, cui Fondazione Arena pone particolare attenzione: l’amico Gastone, visconte anima delle feste, è interpretato da Carlo Bosi, il Barone Douphol da Nicolò CerianiLilly Jørstad (al debutto in Arena) è Flora, insieme al giovane Marchese d’Obigny di Alessio VernaFrancesca Maionchi e Max René Cosotti sono i fedeli Annina Giuseppe al servizio di Violetta, Francesco Leone (anch’egli giovane esordiente in Anfiteatro) il Dottor Grenvil. Completa il cast il cameo come Domestico di Flora/Commissionario di Marco Malvaldi, scrittore di punta della contemporaneità italiana che, in collaborazione con RCS narra l’opera con il suo inconfondibile stile sui canali social e web di Fondazione Arena nella serie “È tutta scena e ve la racconto…”

L’Orchestra della Fondazione Arena e il Coro preparato da Ulisse Trabacchin sono diretti da Marco Armiliato, Direttore Musicale del Festival 2022.Insieme ai Tecnici, ai numerosi mimi e figuranti, ci sarà anche il Ballo coordinato da Gaetano Petrosino, insieme ad alcune prestigiose étoiles di oggi: i primi ballerini Eleana Andreoudi e Fernando Montano, Repliche: 9, 15, 22, 30 luglio, 6, 20 agosto, 1 settembre

Domenica 3 luglio va in scena per la sua terza rappresentazione stagionale l’opera più amata e rappresentata all’Arena di Verona, sin dal suo principio nel 1913: Aida, storia immortale di amore, gelosia, pace, all’ombra delle antiche piramidi che Giuseppe Verdi realizzò partendo dal soggetto inedito dell’egittologo Auguste Mariette. Alla guida di Orchestra e Coro della Fondazione Arena, impegnata con Ballo e Tecnici nello spettacolo realizzato da Franco Zeffirelli per l’80° Festival con i costumi di Anna Anni, sale il Maestro Daniel Oren, con un cast parzialmente rinnovato che comprende importanti debutti.

Accanto alla rodata coppia di protagonisti, che affianca l’Aida del soprano ucraino Liudmyla Monastyrska e il Radamès del tenore azero Yusif Eyvazov, arrivano artisti di primo piano internazionale come la principessa Amneris del mezzosoprano francese Clémentine Margaine, già titolare della Carmen inaugurale e il baritono romeno Sebastian Catana, già applaudito Nabucco, qui nei panni di Amonasro, re degli Etiopi e padre di Aida.  È un esordio assoluto in Arena quello del basso austriaco Gűnther Groissbőck quale gran sacerdote Ramfis,che si unisce al Re degli Egizi del basso serbo Sava Vemić, e ai giovani Francesca Maionchi come Sacerdotessa e Riccardo Rados come Messaggero (al debutto stagionale).

L’étoile Fernando Montano torna sull’immenso palcoscenico sotto le stelle insieme alla prima ballerina Ekaterina Oleynik e al Ballo areniano nelle coreografie originali di Vladimir Vasiliev. Ana Sophia Scheller riprende il ruolo di Akmen, creato da Zeffirelli appositamente per Carla Fracci. 

Repliche: 8, 16, 24, 28 luglio, 5, 21, 28 agosto, 4 settembre.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv