Il Teatro Clandestino diventa virtuale

Una produzione originale di Fucina Culturale Machiavelli e il talento di Fabrizio Martorelli per uno spettacolo scritto appositamente per Zoom

Venerdì 5 Giugno alle 21, l’annuale appuntamento di Teatro Clandestino targato Fucina Culturale Machiavelli torna in una veste inedita, con una produzione originale ideata e scritta da Sara Meneghetti appositamente per essere fruita tramite il mezzo di comunicazione più utilizzato negli ultimi mesi: Zoom. Il protagonista dello spettacolo sarà Fabrizio Martorelli.

Restare a casa, fruire del teatro in diretta – perché non si parla di una registrazione in streaming – e  partecipare attivamente a uno spettacolo interagendo con l’attore. Questi sono i tre punti cardine su cui Fucina Culturale Machiavelli ha deciso di realizzare la sua nuova produzione originale. Per garantire gli standard di sicurezza e permettere al proprio pubblico di andare a teatro prima che i teatri riaprano attivamente, Fucina ha ideato e scritto uno spettacolo originale pensato appositamente per essere interpretato (e fruito) in diretta su Zoom stando comodamente sul divano di casa propria.

L’appuntamento di Teatro Clandestino 2020 – fissato per venerdì 5 giugno alle 21 – è la tappa finale di un percorso che Fucina Machiavelli ha intrapreso da tempo, fatto di un teatro in cui lo spettatore può partecipare a spettacoli che si rivelano vere e proprie esperienze e non assistervi in modo passivo. Il percorso è iniziato nel 2016 con la prima produzione originale di Fucina, intitolata Cecità – Spettacolo al buio, uno spettacolo esperienziale per pochi spettatori per volta in cui il pubblico veniva bendato e coinvolto attivamente nella trama, ed è proseguito con Real Life Theatre, dove gli spettatori erano chiamati a decidere le sorti degli attori in scena. In quest’occasione il Teatro Clandestino – format che prevede uno spettacolo il cui titolo viene rivelato solo all’inizio della serata – permetterà agli spettatori, connessi in contemporanea su Zoom assieme all’attore, di partecipare attivamente allo spettacolo interagendo con lui.

Lo spettacolo vedrà come protagonista Fabrizio Martorelli, noto attore di teatro, cinema e televisione del panorama italiano, attivo sulla scena dal 2002 e vincitore di diversi premi di rilievo nazionale.

Il percorso di Fucina di ideare produzioni originali che coinvolgano attivamente il pubblico non si ferma però con l’appuntamento del 5 giugno: la nuova produzione di punta per il 2020 di Fucina Machiavelli sarà Edipo Re in Virtual Reality, uno spettacolo assolutamente innovativo e immersivo per uno spettatore alla volta che prevede l’uso di un visore per la realtà virtuale. Edipo Re in Virtual Reality debutterà nell’autunno del 2020.