Il Chiostro di Sant’Eufemia ospita il Festival InChiostroVivo

Per dieci serate il Chiostro di Sant'Eufemia ospiterà musica, concerti e spettacoli all'insegna del Festival InChiostroVIvo con soprani, autori d'opera, letteratura e giovani protagonisti.

Inchiostro Vivo
Inchiostro Vivo, orchestra e voci bianche

Musica, teatro, mostre, incontri letterari e di benessere. Al Chiostro di Santa Eufemia arriva il Festival InChiostroVivo, dieci serate di eventi dal 9 al 19 giugno  nel cuore della città. Il progetto, dall’hashtag #RinascinChiostro, è realizzato da A.Li.VE. Accademia Lirica Verona con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche giovanili.  

Il programma.

Alle 21.15 di giovedì 9 giugno il primo incontro con protagonista la tradizione: un concerto di musica classica che vedrà esibirsi due giovanissime cantanti, il soprano Maria Vittoria Caputo e il mezzosoprano Carlotta Caruso, nelle arie da camera di Francesco Paolo Tosti su testi poetici di autori dei primi del Novecento, al pianoforte Paolo Facincani.

Inchiostro Vivo
InChiostroVivo a Sant’Eufemia

Venerdì 10 giugno doppio appuntamento. Alle 18 un pomeriggio letterario con Matteo Gracis che presenterà il suo ultimo libro “Manuale di sopravvivenza per esseri umani che si sentono alieni“, a cui seguirà un dibattito con l’autore.
Alle 21.15 una serata dedicata al teatro musicale con “La vita nuova” trattato da “La vita nova” di Dante Alighieri. Interpreti il Coro Giovanile di A.LI.VE., gli attori Bob Marchese e Nicolò Todeschini, regia di Liyu Jin, libretto adattato da Liyu Jin e Bob Marchese. Direttore Paolo Facincani. La musica originale è scritta dal giovane compositore Achille Facincani ed eseguita al pianoforte dal concertista Alberto Magagni.

Sabato 11 giugno alle 18  il Coro di Voci Bianche di A.LI.VE. si esibirà in un Concerto sulle poesie di Gianni Rodari musicate da Marco Crestani e Teresa Procaccini, direttore Paolo Facincani, al pianoforte il giovane pianista Giovanni Stevanoni. In contemporanea saranno esposti i lavori dell’artista Aurora Bombieri, ispirati alle poesie musicate.

Conclude la quinta edizione di InChiostroVivo 2022 il concerto ‘Mina & Vanoni’ domenica 19 giugno ore 21.15. Un omaggio alle due interpreti proposto dalla giovane Elena Fezga che accompagnerà in un viaggio nel tempo, un tuffo negli anni Settanta, con i suoi colori e texture geometriche e la vitalità delle trasformazioni sociali che accompagnarono quegli anni.

Il calendario completo del Festival con tutte le informazioni relative agli eventi è disponibile  sul sito internet di A.Li.VEwww.alivemusica.it.

L’iniziativa è organizzata con il contributo di BCC di Verona e Vicenza Credito Cooperativo. L’ingresso, a  offerta libera per sostenere le attività rivolte alle giovani generazioni, è consentito su prenotazione da effettuare tramite e-mail all’indirizzo segreteria@alivemusica.it o al numero 3665233621, fino ad esaurimento posti disponibili. L’accesso agli eventi sarà possibile a partire da 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo per consentire lo svolgimento delle procedure di accoglienza previste dai protocolli di sicurezza.  

«Rinnoviamo la collaborazione con A.li.VE perchè l’investimento sui giovani che si avvicinano all’arte è un valore fondamentale per la comunità che l’Amministrazione sostiene con forza» – commenta l’assessore alle Politiche giovanili. 

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv