Giulio Tampalini aprirà la stagione musicale della Gaspari Foundation

Giulio Tampalini, uno dei più conosciuti e carismatici chitarristi italiani, oggi apprezzato in tutto il mondo, coinvolgerà il pubblico dal vivo in un’atmosfera carica del colore folkloristico spagnolo, eseguendo il Fandango per chitarra e archi del grande compositore Luigi Boccherini. Padrona di casa l’orchestra da camera della Gaspari Foundation “L’Appassionata" .

Giulio Tampalini
Il chitarrista Giulio Tampalini

«Tornare a suonare dal vivo è un po’ come il primo giorno di scuola. E farlo in una città come Verona che ho sempre avuto nel cuore carica il tutto di ulteriore emozione». Sarà il chitarrista Giulio Tampalini ad aprire la nuova Stagione Musicale della Gaspari Foundation (fondazione creata dall’imprenditore mecenate Giuseppe Gaspari per promuovere la “Cultura” attraverso la valorizzazione dei “Giovani” artisti professionisti e il sostegno ai progetti di “Solidarietà” del territorio), che si terrà dal 3 maggio al 27 giugno in Sala Maffeiana – Teatro Filarmonico.

Artista Warner Classics apprezzato in tutto il mondo, e tre volte Premio “Chitarra d’oro” (onorificenza conferita dal Convegno Nazionale di Chitarra di Alessandria e Milano), con quasi 40mila ascoltatori al mese su Spotify l’ospite del cartellone scaligero è anche una star delle platee social.

«Un bel traguardo per la musica classica. Ciò significa che essa ha ancora qualcosa da comunicare e sa parlare anche alle nuove generazioni», commenta Tampalini, che di questo nuovo debutto post riapertura si dice doppiamente emozionato: «primo, per il piacere di calcare la scena, di essere nuovamente musicista attivo sul palco; e in più, per il piacere di condividere tale esperienza con una formazione fresca, dinamica, con davanti un progetto artistico imprenditoriale davvero importante». Si riferisce a “L’Appassionata”, ovvero all’orchestra da camera nata come fiore all’occhiello delle attività culturali della Gaspari Foundation e formata interamente da giovani professionisti, «in mezzo ai quali mi sento assolutamente a mio agio -, sottolinea Tampalini -, perché come me hanno tanta energia da trasmettere e voglia di dare».

Per il concerto inaugurale della stagione 2021, insieme all’Appassionata il chitarrista solista eseguirà “Fandango per chitarra e archi”, composizione di Luigi Boccherini, che per la musica da camera dell’epoca rappresenta un unicum. Per avere una produzione chitarristica più strutturata, «dobbiamo infatti attendere ancora 50 anni dopo Boccherini, e arrivare alla prima metà dell’Ottocento, alla Vienna del grande classicismo», spiega Tampalini.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Una sorta di antesignano dunque il compositore lucchese, che pur essendo un violoncellista d’elezione sceglie di inserire anche questo nuovo (per i suoi tempi) cordofono, dal quale «grazie alla sua scrittura idiomatica riesce a estrarre le caratteristiche più specifiche», in particolare quel colore caldo e quella ritmica di grande effetto di cui la danza del fandango – una delle più antiche della tradizione spagnola – è pregna.

Un repertorio che promette faville, impreziosito da altri due brani proposti da L’Appassionata: la “St. Paul’s Suite” di Gustav Holst  e la suite “Burlesque de Quixotte” di Georg Philipp Telemann.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM