Custoza ricorda la Battaglia del 1866 con celebrazioni ed eventi

Sabato 25 e domenica 26 giugno prende avvio il programma intercomunale “Memorie del Risorgimento. Le battaglie dell’Alto Mincio", per ricordare la Battaglia di Custoza del 24 giugno 1866. Una serie di cerimonie, spettacoli, visite e passeggiate renderà omaggio al patrimonio storico-culturale del territorio.

museo del risorgimento Sona
Giovanni Fattori - La battaglia di Custoza

Custoza ricorda la Battaglia del 1866 con celebrazioni ed eventi

Il territorio di Custoza torna protagonista della storia, sabato 25 e domenica 26 giugno, con il programma intercomunale “Memorie del Risorgimento. Le battaglie dell’Alto Mincio. Ricordando il 24 giugno 1866” che propone cerimonie, spettacoli, visite e passeggiate patrimoniali promosse dai comuni di Sommacampagna, Castelnuovo del Garda, Ponti sul Mincio, Sona, Valeggio sul Mincio, Villafranca di Verona e Volta Mantovana.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il programma

Sabato 25 giugno

Il programma delle manifestazioni per ricordare gli eventi storici del 24 giugno 1866, prende avvio sabato 25 giugno dalle ore 15.30 con le visite presso l’Ossario di Custoza, in compagnia dei rievocatori, e prosegue dalle ore 17.00 con le passeggiate sui luoghi delle battaglie che si tennero nel territorio collinare di Custoza. Il percorso delle passeggiate si svilupperà da piazza XXIV maggio a Custoza, lungo il sentiero del Tamburino Sardo, per chiudersi a Corte Bassi, e verrà scandito dalla letture delle testimonianze di chi partecipò alla battaglia e dalla rievocazione di alcuni episodi che stimolano la riflessione sulle conseguenze di ogni guerra. L’obiettivo della proposta, come spiega l’Assessora alla Cultura Eleonora Principe, è quello infatti di perpetrare la memoria storica e ricordare quanto sia importante difendere la pace «Trasmettendo ciò che è stato, desideriamo agganciarlo alla nostra attualità e trasformarlo in un monito per le coscienze, in una dichiarazione aperta contro tutte le guerre che imperversano ancora nel nostro mondo. Ringrazio tutte le associazioni del territorio che ci hanno permesso di dar vita ad un programma di eventi articolato e di qualità».

Battaglia di Custoza 1866
“Il colonnello Maximilian Ritter von Rodakowski e il tredicesimo Uhlans nella battaglia di Custoza nel 1866”, dipinto da Ludwig Koch

Domenica 26 giugno

Domenica 26 giugno alle ore 9.00 avrà luogo la cerimonia in memoria dei caduti all’Ossario di Custoza, con il coinvolgimento della Parrocchia di Custoza, del Corpo Bandistico di Sommacampagna, della Corale di Custoza e delle associazioni combattentistiche. Protagonisti di questa cerimonia saranno i giovani: faranno il loro intervento il Consiglio Comunale dei Ragazzi e gli studenti e le studentesse dell’Istituto Carlo Anti di Villafranca, autori del progetto AvAnti Savoia che ha visto la realizzazione di un diorama raffigurante una scena della battaglia del 1848 e dell’omonima web App per guidare i turisti sui luoghi del Risorgimento tra Villafranca e Custoza.

La mattina di domenica prevede inoltre la passeggiata sui luoghi delle battaglie a cura del CTG El Vissinel alle ore 9.30 e la gita cicloturistica a cura di  PHCC, sempre con partenza alle ore 9.30. Nel pomeriggio, dalle 16.30 è prevista la passeggiata sui luoghi delle battaglie a cura della Coop. I Piosi con i rievocatori.

Le visite all’Ossario

Le visite al monumento Ossario di Custoza seguono i consueti orari dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, con la possibilità di godere dei rievocatori con allestimenti e didattiche. Infine, la domenica sera alle ore 21.00, la compagnia Matricola Zero di Montagnana (PD) in collaborazione con Arteven, metterà in scena “La foresta e i lupi. Viaggio nel Risorgimento”, monologo teatrale di e con Marco Mattiazzo, per la regia di Maria Celeste Carobene, ad ingresso gratuito e prenotazione consigliata per i posti limitati a disposizione.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv