"Bianca e Lucia": Dario Dalla Mura alla Mostra di Venezia

Bianca e Lucia sono due ragazze ebree che si salvano dallo sterminio durante la seconda guerra mondiale. Attraverso la loro memoria emerge l’immensa tragedia che coinvolse tutta l’Europa durante il triste quinquennio di conflitto. La loro salvezza non avviene attraverso le vie della grande storia, ma grazie al coraggio, ai profondi valori e allo spirito civile che animano alcune persone che le due ragazze incontrano. La semplicità e la relativa facilità del volersi bene, è per le due ragazzine la luce in fondo al tunnel, la strada per la salvezza.

E’ questa la trama del film "Bianca e Lucia (due ragazze ebree scampate all’inferno)", documentario firmato da Dario Dalla Mura e Elena Peloso che sarà presentato giovedì 8 settembre in occasione della 68° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

Dario Dalla Mura e Elena Peloso sono documentaristi e ricercatori storici nel campo della memoria. Hanno fondato l’Associazione no-profit "Memoria Immagine" per realizzare le loro opere. Nel 2007 hanno montato il documentario “Mai più come prima” che racconta le lotte dei braccianti nel difficile momento del secondo dopoguerra.

Dalla Mura, originario di Novaglie, oltre che abile documentarista, è stato per molti anni professore di lettere presso le scuole medie Caperle di Marzana, e conserva per questo un legame speciale con la Valpantena.

La proiezione veneziana, in programma alle ore 17.30 all’interno dello spazio allestito dalla Regione Veneto, servirà anche per commemorare la Giornata Europea dedicata alla cultura ebraica, che si festeggerà domenica 4 settembre.

<italic><underline>Potete vedere in anteprima il documentario anche sul sito di Pantheon, o dalla finestra video in home page, o al link collegato a questo articolo</underline></italic>.

La Redazione