Alla scoperta del territorio con la rassegna “Sentieri del Baldo”

La rassegna "Sentieri del Baldo" offre un fine settimana ricco di appuntamenti che fanno vivere il paesaggio, l'arrampicata, il buon cibo e la musica con uno sfondo emozionante.

MOnte Baldo, un'immagine mozzafiato che ci ispirerà durante la rassegna delle sue strade
MONTE BALDO

Fine settimana ricco di appuntamenti originali e interessanti della rassegna “Sentieri del Baldo”, dove si potrà vedere il docu-film: TEN, storie della Val d’Adige sabato 31 luglio alle ore 20.30 a Rivoli V.se in Piazza del Donatore presso la Bottega dal Gilio.

Straordinaria vista sul Baldo

TEN è il racconto della scoperta alpinistica di quella porzione della Val d’Adige che parte dalla chiusa di Ceraino fino alle pareti sopra il paese di Brentino, alle pendici del Monte Baldo. Il docu-film nasce nel 2015 con una forte ambizione e dal progetto di Claudio Migliorini, guida alpina, Gabriele Donati, regista e fotografo e Mariana Zantedeschi, social media manager: quella di raccogliere i dieci alpinisti più rappresentativi della storia arrampicatoria della Val d’Adige e con loro rivivere le evoluzioni sulla roccia. Durante le riprese del film però le scelte hanno portato ad ampliare il numero di alpinisti presi in considerazione, portandone il numero finale a dodici. Racconta Claudio Migliorini: «Alla fine delle riprese, il materiale raccolto durante i quattro anni di lavorazione era veramente molto, tutto di eccezionale importanza storica. Una raccolta sterminata di aneddoti, racconti ancora non svelati, tutto raccolto direttamente alla fonte. La parte più difficile è stata la selezione e la scelta di un filo narrativo logico che legasse tutti questi avvenimenti ed
aneddoti».

Locandina Ten

Dopo quasi duecento giorni di lavorazione tra riprese, montaggio, riunioni, interviste e sopralluoghi, ha preso vita un film di 45 minuti. Un progetto low cost totalmente autofinanziato, presentato a inizio 2020 e già selezionato al Trento Film Festival, Sestriere Film Festival e Nuovi Mondi Festival. Gli autori saranno presenti alla proiezione, ad ingresso gratuito da prenotare sul sito www.baldofestival.com

Seguirà il concerto all’alba con Giovanni Ferro e la sua chitarra domenica 1 agosto ore 6.30 Valle del Tasso, Pazzon di Caprino Veronese Un appuntamento suggestivo e tutto da vivere nella frescura e nel silenzio della Valle del Tasso, di primo mattino.

Giovanni Ferro è un chitarrista attivo sulla scena veronese da diversi lustri; ha collaborato con gruppi, cantanti e cantautori di varia estrazione, esplorando vari generi musicali. Con il suo fingerstyle (chitarra acustica-solo) ha partecipato ai principali festival ed eventi nazionali legati a questo stile. Nei primi anni duemila costituisce l’associazione culturale Zonacustica, dedicata al mondo della chitarra, con cui organizza ogni anno “Chitarre per Sognare”, evento giunto quest’anno alla XV edizione. Domenica 1 agosto, presenterà un recital di brani tratti dal repertorio della canzone, del jazz e alcuni suoi originali. Special Guest per l’occasione: il maestro Marco Pasetto e il suo clarinetto. Il luogo del concerto, si raggiunge superando Caprino Veronese, si prosegue per circa tre chilometri fino alla frazione di Pazzon. Parcheggio in piazza e dintorni. Da qui si imbocca a piedi la stradina a destra della fontana per circa 10 minuti verso la Val del Tasso.

Sentieri dell’arte della rassegna sentieri del Baldo


Infine, ogni fine settimana, il sabato pomeriggio e la domenica pomeriggio alle ore 17.00, su prenotazione si svolgono le visite gratuite alla mostra d’arte “Punto e a capo”. E’ un servizio offerto dal Progetto Sentieri nel Baldo, organizzato dalla Associazione culturale Baldofestival in collaborazione con il Circolo Legambiente Il Tasso e l’Associazione Marchio del Baldo. Le giovani guide, che hanno avuto una preparazione specifica, vi accompagneranno lungo il percorso con spiegazioni sia degli aspetti naturalistico-ambientali che artistici sulle opere realizzate ed esposte lungo il percorso.

Il sentiero nella Valle del Tasso è lungo circa 3 km e la visita e dura circa due ore, partendo dalla piazza della frazione di Pazzon e terminando nel borgo di Porcino, da dove si risale, su strada asfaltata, a Pazzon. Per le visite si raccomanda di indossare calzature adatte poiché il sentiero è in parte pianeggiante ma presenta tratti di sentiero di montagna. Per tutte le attività è sempre necessaria la prenotazione tramite il sito www.baldofestival.org
In caso di pioggia, tutti gli appuntamenti si considerano annullati.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM