Albaredo d’Adige: Festa della Polenta rimandata, ma non mancano gli eventi

A Voglia di Festa, la vice sindaco Irena Danesi e la presidente della Proloco Chiara Marcazzan presentano l'estate ad Albaredo d'Adige

Irene Danese e Chiara Marcazzan
Irene Danese e Chiara Marcazzan

Ad Albaredo d’Adige, comune ospitato al programma Voglia di Festa a luglio, ci sono ancora molte cose in fermento per l’estate, nonostante il Covid ne abbia fermate alcune. Nelle varie frazioni sono state organizzate varie attività di gruppo che coinvolgono sia adulti che bambini. Sono i giovani ad essere protagonisti di quest’estate 2021, come racconta la vice sindaco e assessora alla cultura Irene Danese: «Abbiamo voluto puntare sui giovani per mettere su questo programma, perché sappiamo bene quanta voglia di uscire e di stare insieme hanno dopo questo periodo. Devo dire che sono stati molto collaborativi e rispettosi di tutte le regole vigenti, non abbiamo mai dovuto rimproverarli. Non so se alla loro età, io ne sarei stata capace».

I primi eventi di quest’estate, svoltisi in tre mercoledì di luglio e agosto, hanno visto infatti il coinvolgimento dei più piccoli in giochi senza frontiere, laboratori creativi (trucco, teatro e fumetto), e cacce al tesoro. Per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie invece, hanno optato delle gite al Parco Natura Viva e del rafting sull’Adige. Gli universitari e gli adulti invece, potranno divertirsi durante delle giornate a Gardaland.

I primi eventi dell'”Agosto Albaretano”

Dal 19 al 24 agosto sarebbe stata in programma la sagra comunale di San Rocco in occasione dell’“Agosto Albaretano”, frenata all’ultimo minuto causa Covid.

Confermati invece altri eventi culturali e sportivi, come l’opera teatrale “La casa in tel canal” in Campo Fiera, ad ingresso gratuito. Poi, l’8 agosto si svolgerà una camminata nella natura organizzata dall’AVIS, e la sera stessa si svolgerà la Festa dello Sport. Il 15 agosto è prevista invece una corsa a cronometro.

La Festa della Polenta salta al 2022

L’”Agosto Albaretano” sarebbe dovuto terminare l’ultimo weekend del mese con la tradizionale Festa della Polenta, che per l‘aumento di contagi quest’anno è stata annullata, ma è già in programma per il 2022. «L’anno scorso siamo riusciti ad organizzarla a stento. Era appena uscito un DPCM che ci ha messo un bel po’ i bastoni tra le ruote, ma la partecipazione alla fine è stata buona», racconta Chiara Marcazzan, la presidente della Proloco. Da ricordare che questa polenta è puramente della zona di Albaredo, e viene coltivata in questo territorio, secondo il metodo tradizionale. Piatto tipico particolare che si può gustare in questa manifestazione, è l’anguilla con la polenta.

«Non è stato semplice organizzare queste cose, lo ammetto. Ma tutto l’impegno che ci hanno messo i nostri volontari ci motivano ad andare fino in fondo. Spesso giudichiamo i giovani per i loro comportamenti, ma a volte sanno essere d’esempio. Del resto, sono loro il nostro futuro», concludono Danese e Marcazzan.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM