Addio Maestro, se ne va Franco Battiato

Il cantautore siciliano si è spento oggi nella sua casa di Milo, in provincia di Catania. aveva 76 anni. Grande il cordoglio in tutta Italia. A credere in lui, per primo, fu Giorgio Gaber.

Franco Battiato
Franco Battiato

Giorno di lutto in tutto il Paese. Quando muoiono artisti del calibro di Franco Battiato ci si sente tutti un po’ più poveri dentro. Artista eclettico, grande sperimentatore e pioniere nella ricerca di sonorità e generi musicali. Il Maestro era nato a Jonia il 23 marzo del 1945.

Una delle sue ultime apparizioni a Verona fu nel 2014, precisamente lunedì 10 novembre del 2014 quando Battiato si esibì a Teatro Filarmonico in un concerto meraviglioso accompagnato dalla “Joe Patti s experimental group”.

Come riporta il sito di eventi Città di Verona, «la sua attività musicale comincia a Milano, per la rivista enigmistica “Nuova Enigmistica Tascabile”, sotto il nome di battesimo Francesco Battiato. Assieme al compaesano Gregorio Alicata forma un duo, Gli Ambulanti, con cui produce un repertorio di canzoni di protesta. Viene notato da Giorgio Gaber, che li propone per la casa Disco Ricordi. Tuttavia le canzoni vengono bocciate, il duo si scioglie e Battiato torna a suonare da solo.

Gaber non molla e produca a Battiato un contratto con la casa discografica Jolly. Gaber gli propone anche di cambiare il nome da Francesco a Franco, per non essere confuso con l’allora emergente Francesco Guccini. Da allora, comincia la sua ascesa, fino a diventare ciò che tutti noi oggi ricordiamo, uno dei nomi e dei musicisti più importanti e noti d Italia».

L’artista Franco Battiato, scomparso oggi a 76 anni nella sua Milo, in provincia di Catania.

Forse non tutti sanno che, sin dall’inizio della sua carriera, l’artista ha utilizzato diversi pseudonimi: Ed De Joy (con Osage Tribe e IXO), Franc Jonia (con Eugenio Finardi), Astra, Martin Kleist (con Giusto Pio e Manlio Sgalambro), Albert Kui (con Alice, Giusto Pio, Catherine Spaak, Ombretta Colli, Farida), Kilim (A Sciara), Springfield, Colonnello Musch (in collaborazione con Pino Massara), Suphan Barzani (con Gloria Mundi ed Elisabetta Sgarbi). Quest ultimo nome e anche la sua firma nei quadri.

Grande il cordoglio in tutta Italia e nel mondo. Sul web si leggono centinati di tributi e omaggi all’iconico cantautore siciliano, tra cui quello del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM