A Negrar torna il Palio del vino e dei sapori

Anticipato a cavallo tra settembre e ottobre il weekend nel territorio tra cantine e associazioni.

Da sx: Dalle Pezze-Coeli-Corradi-Antolini

L’Amministrazione comunale e la Pro Loco di Negrar di Valpolicella hanno presentato il programma del Palio del Vino e dei Sapori, anticipato quest’anno al weekend di sabato 30 settembre dalle ore 12.00 alle 23.00 e domenica 1 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 22.00.

Il Palio è organizzato in stretta collaborazione con le associazioni del territorio, per promuovere i prodotti enogastronomici della Valpolicella, dare visibilità e creare una rete tra realtà del volontariato locale. Saranno quest’anno 17 le cantine che metteranno a disposizione i principali prodotti vitivinicoli di questa terra: Amarone, Recioto, Ripasso, Valpolicella Superiore e Valpolicella DOC. Ad ogni cantina viene anche abbinata un’associazione, che diventa promotrice nello stesso tempo del marchio della cantina e dell’attività di volontariato che rappresenta. 

Da sx: Dalle Pezze-Grison-Coeli-Antolini

Le associazioni aderenti sono 12: Banda Comunale, Protezione Civile, Associazione la Malga, Ct El Gavetin, Parrocchia di Negrar, Insieme 2009, Coro Coste Bianche, Acero di Daphne, Associazione Ponte sul Vajo, Negrar Eventi , Associazione La Vigna, Gruppo sportivo Mazzano.

L’Assessore Camilla Coeli ha voluto sottolineare il valore sociale della manifestazione: «Il Palio del Vino e dei Sapori è stato fortemente voluto dalla nostra Amministrazione, ed è stato reso possibile anche grazie alla convenzione con la locale Pro Loco per l’attivazione di una vera e propria rete di associazioni che operano sul territorio. Inoltre – ha aggiunto –il Palio è certamente un modo per far conoscere il nostro territorio, ricco di arte e storia, basti pensare allo straordinario sito archeologico di Villa dei Mosaici, ma in questa occasione il vino diventa anche veicolo di solidarietà e di promozione del volontariato, abbandonando l’idea che debba necessariamente creare business economico esclusivamente a favore del privato produttore: per usare un’espressione che piace anche al presidente Antolini, si tratta proprio di un Palio della Solidarietà».

E proprio Franco Antolini, presidente della Pro Loco di Negrar di Valpolicella, nel presentare nel dettaglio il programma della due giorni, ha spiegato i motivi che hanno spinto gli organizzatori a ricalendarizzare la manifestazione rispetto al passato: «La scelta di anticipare l’evento alle date indicate è dovuta in primo luogo per ottimizzare ulteriormente la partecipazione, evitando coincidenze con eventi similari che seguono nel mese di ottobre: pensiamo ad esempio all’evento Strada del Vino, o Hostaria Verona, o alla stessa Vetrina dell’Amarone. In secondo luogo, crediamo che un’edizione anticipata di qualche settimana possa favorire, grazie a temperature probabilmente più miti rispetto allo scorso anno, la partecipazione ad una vera e propria festa all’aperto, in un momento dell’anno strettamente legato alle tradizionali attività agricole del periodo della vendemmia e della lavorazione delle uve».

Il centro storico del capoluogo verrà come di consueto allestito per l’occasione, e non mancherà un’offerta gastronomica di alta qualità con piatti della tradizione, per poter assaporare i gusti e sapori autunnali che caratterizzano la stagionalità in cui si svolge la manifestazione. Tra gli altri appuntamenti, il programma prevede intrattenimento musicale per entrambe le sere di sabato e domenica, e per il pomeriggio di domenica il raduno delle “Vespa”, per un giro sulle colline della Valpolicella in collaborazione con Vespa Club di Verona. 

Come lo scorso anno, per agevolare la partecipazione di chi vorrà assaggiare i vini proposti, è attivo un sistema digitale di prenotazione e acquisto del biglietto di partecipazione che include un kit degustazione: il kit acquistato on line comprende un calice e sacca da ritirare presso lo stand Pro Loco su corsia privilegiata per acquisti online (evitando la coda sul posto) e la degustazione di 2 calici di Valpolicella Classico Superiore (anziché Classico, previsto invece per il kit acquistato in loco) presso gli stand delle cantine presenti alla manifestazione. 

Il Palio del Vino e dei Sapori rappresenta per il Sindaco Roberto Grison «una manifestazione che esalta il lavoro e l’impegno della Pro Loco come fulcro delle associazioni che operano sul territorio, un momento di festa e di celebrazione del gusto e dei sapori, ma anche un evento che mette il valore della cooperazione al centro».