Bper Banca, borse di studio “Fondazione 150°” anche a due veronesi

Ci sono due studentesse della provincia di Verona tra i vincitori dell’edizione 2020 della Borsa di Studio “Fondazione Centocinquantesimo” di BPER Banca.

Giancarlo Guazzini - Responsabile Direzione Regionale Triveneto BPER Banca

Ci sono due studentesse della provincia di Verona tra i vincitori dell’edizione 2020 della Borsa di Studio “Fondazione Centocinquantesimo” di BPER Banca, premiati per i risultati ottenuti nell’anno scolastico 2017-18. Carlotta Menegazzo si è aggiudicata l’assegno da 700 euro; 500 euro per Annalisa Bovo.

A causa dell’emergenza sanitaria le ragazze hanno dovuto rinunciare alla tradizionale cerimonia di consegna degli attestati alla presenza di autorità, parenti e giornalisti, ma nei giorni scorsi sono stati comunque tutti contattati dall’Istituto.

Il premio è stato istituito nel 1967 in occasione del centenario della Banca popolare dell’Emilia Romagna, fondata nel 1867 con la denominazione di Banca Popolare di Modena, ed è giunto alla 53esima edizione.

Complessivamente quest’anno vengono assegnate 241 borse (76 da 700 euro e 165 da 500 euro), distribuite tra gli studenti delle scuole superiori di tutte le province italiane in cui l’Istituto è rappresentato.

Giancarlo Guazzini, Responsabile Direzione Regionale Triveneto, ha sottolineato: «È per tutti noi un periodo particolare in cui siamo costretti a modificare le nostre abitudini. Uno degli incontri della primavera a cui siamo più affezionati è la consegna delle borse di studio, che quest’anno non è potuta avvenire di persona, come le altre volte. Voglio comunque complimentarmi con i ragazzi, augurandomi di poterli incontrare presto. Sono certo che dai giovani arrivi un segnale forte di volontà di reazione a questa non facile situazione, e ciò mi rassicura molto per il futuro».