Piogge sul Veneto, stato di attenzione nelle zone a rischio

Da questo pomeriggio precipitazioni diffuse. Dichiarato lo stato di “attenzione” per criticità idraulica e idrogeologica in alcuni bacini regionali.

instabilità del meteo sul veneto temporali

Il Meteo regionale comunica che questo pomeriggio sono previste precipitazioni a tratti diffuse anche con rovesci, più frequenti e consistenti su pianura centro-orientale e costa. Domani, mercoledì 27 marzo, il tempo sarà in prevalenza perturbato, la fase più intensa si verificherà nelle ore centrali con probabili rovesci o locali temporali.

Precipitazioni specie sulle zone centro settentrionali con quantitativi da consistenti a localmente abbondanti sulle Prealpi. Limite delle nevicate nella fase più significativa di mercoledì mediamente intorno a 1600-1900 m, localmente più in basso sulle Dolomiti. Rinforzi di scirocco sul mare, costa e sui rilievi.

LEGGI ANCHE: Omicidio di Villafranca, il presunto responsabile si costituisce

Sulla base di queste previsioni meteo, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile regionale ha emesso un bollettino che, dalla mezzanotte di mercoledì 27 marzo alle 14 di giovedì 28 marzo, dichiara lo stato di “Attenzione” (Giallo) per criticità idraulica nel seguente bacino:

  • Livenza, Lemene e Tagliamento (VE-TV).

È stato inoltre dichiarato lo stato di “Attenzione” (Giallo) per criticità idrogeologica nei seguenti bacini:

  • Piave Pedemontano (BL-TV),
  • Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone (VI – BL – TV –VR).

LEGGI E GUARDA ANCHE: Dentro al nuovo sottopasso di via Città di Nimes a Verona

È stato emesso anche un avviso di criticità per valanghe, che prevede dalle ore 6 di domani lo stato di “Attenzione” per il territorio antropizzato della zona MONT-1 (Dolomiti) e MONT-2 (Prealpi). Dalla prossima notte, il tempo in graduale peggioramento porterà nevicate che saranno via via in intensificazione. Entro il pomeriggio di mercoledì 27 marzo sono attese precipitazioni anche forti con cumuli medi di neve fresca oltre i 2000 m fino a 40 cm, ma localmente anche più abbondanti specie alle quote elevate e in caso di rovesci.

Il pericolo di valanghe attualmente è debole (grado 1) ma dalla mattinata di domani sarà in aumento fino a marcato (grado 3).

LEGGI ANCHE: Idee per l’ex Seminario di San Massimo: svelate le tre proposte vincitrici