ATV, sui bus urbani ora si paga con un “bip”

È operativo da ieri il nuovo sistema di pagamento contactless sugli autobus urbani: allo stesso prezzo del biglietto acquistato a bordo, sarà possibile viaggiare "con un bip".

ATV pagamento carta di credito obliteratrice contactless
Le nuove obliteratrici per il pagamento contactless con carta di credito

È attivo da ieri sui mezzi pubblici urbani di Verona “Bip e vai”, il nuovo sistema di pagamento del viaggio con carta di credito contactless. Basta quindi un semplice “bip” della propria carta di credito, carta di debito o wallet dello smartphone sulle nuove validatrici rosse, senza più bisogno di guardarsi intorno alla ricerca di una rivendita, di scaricare app, oppure di frugare in tasca per cercare le monete da inserire nell’emettitrice di bordo.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

Molto di più quindi che un’alternativa rispetto ai consueti titoli di viaggio, ma un vero e proprio cambiamento nel modo di vivere la mobilità urbana: usare il bus diventa molto più semplice e amichevole, togliendo il pensiero della ricerca del biglietto e della tariffa corretta per viaggiare in regola. Una semplificazione che sarà apprezzata soprattutto dai viaggiatori occasionali – turisti in primis – per i quali la ricerca dei canali di vendita dei biglietti rappresenta tradizionalmente una delle principali barriere all’utilizzo del mezzo pubblico.

Viaggiare con carta di credito (Europay, Mastercard, Visa) in città costa 2 euro per 90 minuti di validità – stesso prezzo del biglietto acquistato a bordo – ma con l’ulteriore vantaggio che se il passeggero effettua più di due spostamenti nell’arco delle 24 ore, paga al massimo 5 euro. Con la stessa carta inoltre si possono far viaggiare fino a cinque passeggeri.

LEGGI LE ULTIME NEWS

«Con questo nuovo sistema – commenta il presidente di ATV Massimo Bettarello – diamo continuità al processo di modernizzazione della bigliettazione sulla nostra rete, come già avvenuto due anni fa con l’app Ticket Bus Verona, puntando sulla tecnologia che gioca un ruolo sempre più importante nel rendere facili e veloci le attività quotidiane. Il contactless è tra le tecnologie che più di ogni altra sta trovando spazio nelle abitudini di acquisto dei consumatori italiani. Crediamo quindi che la disponibilità di sistemi di pagamento elettronici, grazie alla semplicità e intuitività di utilizzo, possa essere un buon incentivo per avvicinare le persone al mezzo pubblico, ed in particolare per facilitare la sempre più numerosa clientela turistica, oltre che un passo avanti sul fronte della sostenibilità».

Il sistema è già stato testato da ATV a partire da metà giugno sulla linea 199, la navetta che collega la Stazione di Verona Porta Nuova con l’Aeroporto Catullo: sono state oltre ventimila le operazioni di acquisto con carta contactless in questo periodo senza che siano emerse criticità, pertanto ora l’aggiornamento viene esteso all’intero parco dei mezzi pubblici cittadini, come spiega il direttore generale, Stefano Zaninelli

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua

«Il sistema sta funzionando egregiamente e di questo dobbiamo ringraziare anche Conduent, il partner tecnico, leader delle soluzioni automatizzate per smart mobility, che implementa il progetto, oltre che Visa per la campagna di comunicazione. Una volta testato positivamente il sistema sulla navetta Aeroporto dove sono già stati fatti oltre 15 mila acquisti, abbiamo potuto attivarlo sull’intera flotta dei 200 autobus urbani ed i primi giorni di operatività stanno andando molto bene, con centinaia di operazioni già effettuate. Nei prossimi mesi l’operatività delle carte di credito sarà estesa alla rete provinciale, dove è in fase di completamento l’installazione delle nuove validatrici sui 340 bus extraurbani e dove saranno anche qui applicate politiche tariffarie ottimizzate per questa tipologia di strumenti di pagamento».