Zaia: «Linee guida chiare, dal 18 ci giochiamo il futuro»

Il Presidente della Regione Veneto ha auspicato che arrivino nelle prossime ore delle indicazioni definite per la riapertura e che «permettano alle persone di lavorare».

Linee guida chiare, comprensibili e, soprattutto, diverse da quelle dell’Inail. E’ quello che auspica il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia che, in attesa del nuovo DPCM, ribadisce l’importanza per gli imprenditori di diversi settori di avere delle indicazioni per la riapertura.

«Alcune linee guida contenute nei documenti Inail sono verosimilmente inapplicabili. I quattro metri quadri per cliente al ristorante, significa far chiudere metà ristoranti veneti. – ha spiegato il governatore – Pensiamo poi alle spiagge, i distanziamenti proposti (5 metri tra ombrellone e un altro) sono inapplicabili e stiamo mettendo in ginocchio così il primo settore del Veneto, che è il turismo. Comparto che ha un valore di 18 miliardi di euro l’anno di cui 9 ottenuti proprio dalle attività sui litorali che contano 32 milioni di presenze».

«Lunedì ripariamo e mi auguro che non arrivi una conferenza stampa da parte del Presidente del Consiglio la domenica alle 23. – ha proseguito Zaia – Io penso che il nuovo documento sarà presentato venerdì, dopodiché abbiamo qualche ora per adeguarci e personalizzare le direttive nella misura in cui ci viene concesso per legge. E’ chiaro che da lunedì noi ci giochiamo il futuro. Sarà necessario essere attenti e scrupolosi nell’indossare la mascherina per evitare la ripresa dei contagi».

Per quanto riguarda i distanziamenti nei locali Zaia ha affermato: «Io vedrei due metri tra un tavolo e l’altro, guanti e mascherina per il personale di sala e mascherina anche ai clienti che si alzano per andare in bagno. Misure che andranno calibrate, chiaro che dobbiamo attendere, come dicevo, il nuovo DPCM».

Al termine della conferenza il governatore, sollecitato da una cronista sul tema delle seconde case, ha risposto che con la nuova ordinanza del 18 maggio si va verso il via libera all’interno della regione.

iReporter 13/5 – Emergenza Corona Virus

iReporter 13/5 – Emergenza Corona Virus

Posted by Gruppo Editoriale Tv7 on Wednesday, May 13, 2020