Villafranca, controlli a tappeto e due arresti

Intense giornate di pattugliamento per i carabinieri di Villafranca che hanno messo a punto un servizio straordinario sul territorio. Due giovani in manette e numerose multe.

New call-to-action

Controlli a tappetto, multe e due arresti nei giorni scorsi per i Carabinieri della Compagnia di Villafranca di Verona che hanno messo a punto, durante la settimana, un’intensa attività di vigilanza.

Durante uno di questi servizi, la sera del 20 febbraio, i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno arrestato un 36enne di origini marocchine per detenzione e spaccio di stupefacenti: è finito in manette per essere stato beccato con 19 dosi di cocaina per un peso totale di 18 grammi.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Altro arresto giovedì 23 quando, per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, è finito in manette un 26enne di origini tunisine. Il ragazzo era all’interno di una sala biliardo e ha iniziato ad avere un atteggiamento molesto verso gli avventori che venivano oltraggiati con frasi ingiuriose. All’arrivo dei militari, il giovane prova a fuggire spintonando le forze dell’orine che però riescono a bloccarlo ma, condotto in caserma, continua a opporre resistenza.

Infine, nella serata di venerdì 24 febbraio, i carabinieri della Compagnia di Villafranca, congiuntamente ai colleghi delle Compagnie di Verona, San Bonifacio, Peschiera del Garda e Caprino Veronese, hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio che ha interessato una vasta area compresa tra i comuni di Sona, Sommacampagna, Povegliano Veronese e Castel D’Azzano. Per diverse ore, numerose pattuglie hanno effettuato serrati posti di controllo. Decine le persone identificate e i veicoli controllati. Elevate anche contravvenzioni al codice della strada, una delle quali per guida in stato di ebbrezza e segnalato un giovane alla locale Prefettura per detenzione di sostanze stupefacenti a uso personale.