Vicenza sotto acqua: vigili del fuoco al lavoro

Al lavoro 13 squadre dei vigili del fuoco per evacuare persone rimaste isolate e mettere in sicurezza edifici allagati e zone finite sott’acqua a Vicenza e provincia.

Alluvione a Vicenza (28 febbraio 2024)
Alluvione a Vicenza (28 febbraio 2024)

Proseguono gli interventi dei vigili del fuoco per il maltempo che ha colpito la città di Vicenza, la provincia e la regione. Eseguite alle 15.30 oltre 80 operazioni di soccorso, tra cui l’evacuazione di 7 persone rimaste isolate in un maneggio a Montebello nella zona del bacino di laminazione, che sono state evacuate con l’elicottero Drago 154 e un gommone.

Evacuati con un gommone dalle squadre SAF (Speleo Alpino Fluviali) dei vigili del fuoco, 10 impiegati delle poste rimasti bloccati al centro di smistamento di via Marosticana, per l’innalzamento dell’acqua avvenuta dopo l’inizio dell’orario di lavoro. Al momento (ore 16) 13 squadre dei vigili del fuoco sono impegnate in operazioni soprattutto di prosciugamento di zone allagate, cantine, garage e taverne. In attesa ancora 80 interventi.

LEGGI ANCHE: Meloni a Veronafiere, elogio al Made in Italy

Le foto dal territorio veneto

Gli interventi di martedì

Sono stati 60 gli interventi effettuati dai Vigili del fuoco per il maltempo che ha interessato il territorio della regione nella giornata di martedì 27 febbraio.

Le squadre dei Vigili del fuoco sono state impegnate soprattutto nelle province di Padova, Vicenza e Verona per alberi abbattuti, danni d’acqua, prosciugamenti e cedimenti del terreno. 24 gli interventi in provincia di Padova, 16 a Verona, 10 nel vicentino.

Vicenza alluvione - vigili del fuoco
Vigili del fuoco al lavoro a Vicenza

Lorenzin (PD): «Solidarietà a tutti i cittadini, ad agricoltori e imprenditori»

«Seguo con attenzione la situazione maltempo a Vicenza, dove in queste ore si sono moltiplicate le criticità, con allagamenti in città e in provincia» ha scritto in una nota la senatrice del Partito Democratico Beatrice Lorenzin.

«Esprimiamo la mia solidarietà ai cittadini, agli agricoltori e gli imprenditori colpiti e agli operatori e impegnati ad arginare i danni di queste improvvise precipitazioni. Sono vicina al sindaco Possamai e a tutti gli amministratori».

LEGGI ANCHE: Dramma in campo: muore 26enne fratello del calciatore del Legnago

Guidolin (M5S): «Vicinanza e preoccupazione»

«In Veneto, tra le regioni più urbanizzate e cementificate in Italia, la perturbazione meteo di queste ore sta provocando frane, treni saltati tra Vicenza e Padova, scuole chiuse. Vicenza è sotto osservazione, Padova – dichiara la senatrice del Movimento 5 Stelle Barbara Guidolin – è lo sfogatoio di eventuali piene del fiume Bacchiglione. Il resto delle province sono vessate da una impermeabilità quale figlia della corsa alla cementificazione civile e industriale».

«Oggi sono intervenuta al Senato esprimendo vicinanza e preoccupazione per lo stato di emergenza meteo a Vicenza, proprio ieri – prosegue la parlamentare veneta Guidolin – il rischio di esondazione del fiume Bacchiglione e del Retrone, quest’ultimo orfano di bacini di laminazione, ha riportato la memoria alle tragedie dell’alluvione del 2010».

«Richiamo l’attenzione e la sensibilità di tutte le parti politiche affinché le parole siano tradotte in fatti. Ricordo che, proprio a Vicenza, è stato costruito un ecomostro, il Tribunale di Borgo Berga, modificando il percorso naturale del Bacchiglione. Edificazioni nefande mettono a rischio l’ambiente e la sicurezza dei cittadini. Rinnovo la mia vicinanza alla popolazione vicentina e richiamo i colleghi del Senato e della Camera affinché – conclude Guidolin – mostrino maggiore responsabilità in tema ambientale. Non se ne parli solo durante le emergenze».

LEGGI ANCHE: Autovelox a Verona: ecco dove sono questa settimana

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM