Via le licenze a un minimarket e a una sala slot

Schiamazzi, ma anche liti che più di una volta hanno coinvolto qualche malcapitato passante. Luogo di ritrovo per numerosi pregiudicati della zona, il minimarket di via Calvi a Borgo Roma (già controllato nel maxi blitz la settimana scorsa) è stato chiuso dalla polizia. Sigilli apposti per 15 giorni per abuso di licenza visto che il titolare somministrava alcolici come un bar anche se era registrato come un negozio di alimentari. Non solo le risse ma anche le attività illecite, prassi regolare a detta dei residenti, come lo spaccio di droga non risultano mai essere state denunciate dal titolare.

Nell’ambito dei controlli delle volanti scaligere, grazie anche alle segnalazioni dei cittadini, la polizia è intervenuta anche in un centro scommesse di Castel D’Azzano frequentato anche da alcuni minori. In particolare, due sedicenni, uno dei quali sorpreso proprio nell’atto di giocare. 20mila euro di sanzioni pecuniarie per il titolare. Avviato il provvedimento amministrativo che si tradurrà in una sospensione della licenza per abuso della stessa.

L’intervista al dirigente delle volanti Bruno De Santis: