Verona: spacciatore incastrato dall’unità cinofila

Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Con queste accuse ieri pomeriggio un uomo di origini calabresi classe ’62 e pluripregiudicato è stato arrestato dai carabinieri di Verona. L’uomo è stato scoperto da un cane dell’unità cinofila di Bolzano che, sul posto di lavoro dell’individuo, aveva fiutato la droga. All’interno di un cassetto, infatti, sono stati trovati ben 18,4 grammi di marijuana divisa in due involucri e pronta per lo spaccio. Stamane, durante la direttissima, sono stati chiesti i termini per la difesa e il processo è stato rinviato al 21 novembre.

È stato incastrato da un cane dell’unità cinofila di Bolzano un uomo di origini calabresi classe ’62, arrestato ieri pomeriggio per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo, pluripregiudicato, era stato individuato dal cane che aveva fiutato le sostanze. Dopo alcuni controlli più approfonditi in una cooperativa di Borgo Roma, dove lavora il cinquantaseienne, sono stati rinvenuti 18,4 grammi di marijuana. La droga era suddivisa in due involucri chiusi in un cassetto e pronti per lo spaccio.

I carabinieri dell’aliquota operativa di Verona hanno arrestato l’uomo e stamattina, durante la direttissima, il processo è stato rinviato al 21 novembre.