Verona, proteste in centro contro il “Green Pass”

Sono scesi in piazza in diverse città d'Italia e anche a Verona i manifestanti contrati al "Green Pass" e ai vaccini. Centinaia le persone che si sono date appuntamento in centro con striscioni e slogan contro quella che hanno definito "dittatura sanitaria".

Il frame di un video inviatoci da un lettore.

Erano centinaia le persone che, nel tardo pomeriggio di oggi, hanno protestato contro i vaccini e sfilato per le vie del centro storico al grido di “No green pass“. Tra gli hashtag più comuni, sugli striscioni presenti in piazza Bra: #disobbedienzacivile e #libertà.

La manifestazione, autorizzata, si è trasformata poi in corteo non autorizzato che, da via Mazzini, ha poi raggiunto piazza dei Signori. Focus della protesta è l’obbligo vaccinale e l’istituzione del Green Pass, che dal 6 agosto limiterà alcune attività a: vaccinati, a chi ha avuto un tampone negativo nelle 48 ore precedenti o a chi ha avuto il Covid-19 nei sei mesi precedenti.

Tante le manifestazioni di dissenso che sono arrivate, soprattutto, dai ristoratori, dai gestori delle palestre e dalle attività che dovranno applicare le nuove regolamentazioni governative. Eppure, nonostante il trambusto, è innegabile che questa mossa, presa in prestito dal modello di azione francese, ha sortito, in parte, gli effetti desiderati moltiplicando in poche ore le prenotazioni per la prima dose.

Non solo Verona: in tutta Italia (e anche a Parigi) sono state organizzate manifestazioni contro il “green pass”. A Roma la polizia è stata costretta a disperdere i manifestanti con i mezzi blindati. Proteste anche a Bolzano, Napoli e Firenze.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM