Verona, approvato lo stanziamento di 170mila euro per la nuova stella

Quest’anno sarà in piazza Bra, poi diventerà itinerante al ritorno di quella tradizionale. L’assessore Bertucco replica alle polemiche: «Sono tutti liberi di fare bassa politica su questo argomento».

STELLA COMETA piazza Bra 2023 render
Rendering della nuova stella di Natale in piazza Bra a Verona
New call-to-action

Approvata nel Consiglio comunale di Verona di questa sera, giovedì 30 novembre, con 23 favorevoli e 8 contrari (Adami, Bertaia, Bisinella, Lella, Russo, Sboarina, Tosi B., Zavarise), la variazione a bilancio 2023 avviata d’urgenza dall’Amministrazione per la copertura dei costi di realizzazione della nuova stella che sarà installata per le festività natalizie di quest’anno in piazza Bra in sostituzione temporanea della storica stella rimasta danneggiata, di proprietà della Fondazione Verona per l’Arena.

L’intervento avrà un costo di 170mila euro comprensivo di Iva (si era parlato di 139mila euro, evidentemente somma senza Iva) e porterà alla realizzazione di una stella che quest’anno verrà posizionata nello stesso spazio in cui veniva usualmente installata l’archiscultura dell’architetto Olivieri, ma dal prossimo anno avrà vocazione itinerante nei quartieri cittadini.

LEGGI ANCHE: Minorenne violentata davanti a tre giovani, in quattro a giudizio

«Portare una variazione di bilancio d’urgenza – ha spiegato l’assessore al Bilancio Michele Bertucco – è la dimostrazione di come l’Amministrazione abbia tentato fino all’ultimo di trovare una soluzione diversa in grado di riportare già da questo Natale l’installazione della storica stella in piazza Bra. Dopo che è stato portato avanti un percorso per trovare la migliore soluzione possibile, dopo aver valutato tutte le proposte presentate e compreso che non vi erano i tempi per concretizzarle, si è scelto di procedere su questa via».

Michele Bertucco bilancio Verona
Michele Bertucco, assessore al Bilancio del Comune di Verona

«Sono tutti liberi di fare bassa politica su questo argomento, ma pensare che c’è una volontà precisa di non riportare la stella storica in piazza Bra è francamente assurdo di fronte a quanto abbiamo fatto e a tutti i tentativi messi in campo per fare esattamente il contrario. La scelta può piacere e no, ma il tentativo è quello che ci sia un simbolo anche per queste festività. Tutto è stato fatto a norma di legge, se ci sono dei dubbi basta guardare la documentazione relativa all’operazione».

LEGGI ANCHE: Allerta arancione PM10: martedì e mercoledì stop ai diesel Euro 5

Sintesi del dibattito

«L’Amministrazione non ha detto subito cosa stava succedendo portando avanti un atteggiamento lacunoso sulla vicenda, che ben evidenzia la mancata volontà di trovare una soluzione in favore della stella storica» ha evidenziato il consigliere della Lega Nicolò Zavarise.

«Non penso che questo sia frutto di ragionamento di mesi, anzi – ha evidenziato il consigliere di Battiti per Verona Federico Sboarina –. Penso che sia stato sottovalutato il tutto e che si sia perso tempo per trovare soluzioni. Per questo in ultimo avete cercato di riparare con questa idea, con uno stanziamento di 170 mila euro».

«La stragrande maggioranza dei cittadini pensa che sarebbe stato meglio quest’anno non mettere nulle se non si era in grado di reinstallare la stella storica. Il tutto risparmiando risorse importanti che potevano essere utilizzati per altre priorità della città» ha dichiarato la consigliera di Fare Patrizia Bisinella.

«Non va mai bene niente. Ci opponiamo a questo atteggiamento con la realtà dei fatti. Se noi avessimo voluto cancellare lo spirito di Natale non avremmo cercato una alternativa. Una soluzione che si propone come una innovazione, che resterà poi alla città. Per noi è il migliore compromesso possibile» ha dichiarato la consigliera del Pd Alessia Rotta.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Incidente Stella Arena - visita perito
La stella dopo l’incidente. Il sopralluogo del perito lo scorso 5 aprile 2023

Altri provvedimenti

Approvata, con 24 voti favorevoli e 7 astenuti (Adami, Bertaia, Bisinella, Lella, Pisa, Sboarina e Zavarise), l’estinzione anticipata di alcuni mutui in essere con la Banca Intesa San Paolo per un importo di 4.514.959 euro. Il Comune di Verona punta così alla riduzione dell’indebitamento e alla riduzione dell’incidenza della spesa strutturale rigida, estinguendo prestiti senza che l’ente debba corrispondere alcun indennizzo. Il documento è stato illustrato all’aula dall’assessore al Bilancio Michele Bertucco.

Infine, con 23 favorevoli e 1 astenuto (Bisinella), è stata approvata la mozione sottoscritta dal consigliere Alberto Battaggia (Damiano Tommasi sindaco) per l’intitolazione di una via o piazza o giardino pubblico o luogo notevole a Giovanni Dusi.

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM