Venezia, la “Vogalonga” contro le barche a motore

A infastidire i partecipanti alla manifestazione, il passaggio di una nave da crociera, che ha reso problematico restare in barca a remi.

Ben 2mila barche rigorosamente a remi, di cui 300 tipiche della laguna, con circa 8mila vogatori hanno circumnavigato, per poi attraversarla nel Rio di Cannaregio, Venezia partendo dal bacino di san Marco dopo il via dato dal tradizionale colpo di cannone. Il capoluogo lagunare ha rivissuto oggi la ‘Vogalonga’, regata non competitiva giunta alla 45° edizione per promuovere il remo contro il dilagare delle barche a motore ed in particolare per ‘manifestare’ contro gli effetti devastanti per il fragile tessuto cittadino del moto ondoso.

Proprio a ‘viziare’ – dopo la protesta di ieri contro le Grandi Navi e l’incidente della Msc Opera della scorsa domenica – questa particolare festa del remo, che ha portato in acqua di tutto compresi kayak e dragon boat, c’è stato il passaggio, in uscita dalla città, di una gigantesca nave da crociera che ha reso problematico ma non pericoloso lo stare in barca a remi. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.