Vaccini in gravidanza, quello che c’è da sapere

“Lo dici tu alla mamma”? Questo il titolo della giornata di formazione sulle vaccinazioni in gravidanza che si è tenuto questo pomeriggio nella Sala Convegni Banca Popolare di Verona, con il patrocino dell’Ulss 9 Scaligera.

Il ministero della Salute sottolinea l’importanza delle vaccinazioni come strumento di prevenzione da gravi patologie infettive in ogni fase della vita. Nel corso dell’incontro sono state illustrate le raccomandazioni del Piano Nazionale Vaccini legate alle vaccinazioni in gravidanza. In particolare, una dose di richiamo contro difterite e pertosse è raccomandata durante il terzo trimestre di gravidanza, preferibilmente alla 28esima settimana di gestazione, al fine di consentire al gestante la produzione di anticorpi sufficienti  (per proteggere il bimbo dalla pertosse nei primi mesi di vita).

La vaccinazione anti-influenzale è raccomandata e offerta gratuitamente alle donne che, all’inizio della stagione epidemica, si trovano al secondo/terzo trimestre di gravidanza. L’influenza stagionale aumenta il rischio di ospedalizzazione materna, prematurità, parto cesareo, distress fetale e varie complicanze ai neonati al di sotto dei 6 mesi di vita.

L’intervista al direttore del Servizio Igiene Sanità Pubblica Ulss 9 Scaligera Antonio Maggiolo