Ucraina verso l’Europa: la mostra “Holodomor” ed eventi a Verona

Al via domani, 2 aprile, nel Loggiato Vecchio di Piazza dei Signori a Verona la mostra intitolata "Holodomor. Il genocidio dei contadini ucraini sotto Stalin nel 1932-1933".

Holodomor mostra Ucraina
New call-to-action

Martedì 2 aprile apre nel Loggiato Vecchio di Piazza dei Signori a Verona la mostra intitolata “Holodomor. Il genocidio dei contadini ucraini sotto Stalin nel 1932-1933” organizzata dall’associazione umanitaria e culturale “Il ponte – Mict” odv, con il patrocinio del Consolato Generale d’Ucraina a Milano, della Provincia di Verona, e di Europe Direct, e con la collaborazione del MFE Valpolicella e Le Malve di Ucraina aps Verona nel contesto dell’iniziativa “Il cammino dell’Ucraina verso l’Europa”.

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco

Mostra fotografico-documentaria 

2 – 6 aprile, 15:00-18:00, domenica 7 aprile 10:30-13:00, pomeriggio chiuso  

In Piazza dei Signori nel Loggiato vecchio del Palazzo Scaligero da martedì 2 a domenica 7 aprile sarà  visitabile la mostra “Holodomor. Il genocidio dei contadini ucraini sotto Stalin nel 1932-1933”,  (avvenimento riconosciuto come tale dal Parlamento europeo il 15/12/2022 e dal Senato della Repubblica  italiana il 26/7/2023).

La mostra è dedicata a quella tragedia che l’Ucraina contemporanea considera momento fondante del suo essere una nazione. Allora per decisione politica di Stalin furono fatti morire di  fame almeno 4 milioni di contadini per “dare una lezione” a quel Paese che mal si adattava alle misure di collettivizzazione forzata delle campagne e che aspirava all’indipendenza. La mostra – foto in bianco e nero e cartelloni esplicativi – sarà visitabile dalle 15 alle 18, domenica 7 aprile 10:30-13:00, pomeriggio chiuso con possibilità di visita al mattino su prenotazione per le scolaresche. 

Presentazione, conferenza sul totalitarismo, incontro con la poetessa 2 aprile 15:00 – 18:00  

Attorno alla mostra, nella Sala rossa del Palazzo Scaligero,si svolgeranno altre manifestazioni, a partire dalla  presentazione delle motivazioni dell’iniziativa stessa, martedì 2 a partire dalle ore 15 con i saluti istituzionali, Francesca Lomastro dell’associazione proponente e Anne Parry del MFE Valpolicella.

Ad essa faranno seguito una riflessione di Olivia Guaraldo dell’Università di Verona su “La lunga lotta fra  totalitarismo e democrazia. Una storia europea” e l’incontro con la poetessa Oksana Stomina di Mariupol, presentata da Marina Sorina dell’associazione “Malve di Ucraina”, dal titolo “Scrivere di amore in tempo  di guerra”.

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono

Conversazione su “Il Holodomor nella letteratura ucraina” 

3 aprile 15:30  

Il genocidio dei contadini ucraini sarà il tema di “Il Holodomor nella letteratura ucraina” conversazione tra  Manuel Boschiero dell’Università di Verona ed Alessandro Achilli dell’Università di Cagliari. Un  avvenimento di così tragica portata, di cui tra l’altro fu vietato parlare fino agli anni ’80, ritorna nelle opere  di scrittori e poeti con tutta la sua indicibile dimensione di dolore individuale e corale.  

Danze e canti dall’Ucraina 

7 aprile 11:30 Spettacolo di danze e canti ucraini del gruppo di danza popolare “Pereveslo” e i bambini e insegnanti della  scuola Barvinoch dell’associazione padovana “Ucraina insieme” dal titolo “Tra pace e guerra”. Attraverso  la danza, espressione tradizionale delle varie popolazioni delle varie parti dell’Ucraina, sarà percepibile la  particolare pluralità di quel paese, esempio interessante per tutta l’Europa.

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo