Trasferimento non concordato: sciopero alla Sinco di Isola Rizza

Sciopero ad oltranza Isola Rizza, di fronte alla cooperativa Sinco del gruppo Nival, dove alcune lavoratrici hanno iniziato a protestare per il cambio di sede del magazzino, non concordato con i sindacati, che le vede costrette a percorrere decine di chilometri tra andata e ritorno.

È iniziato oggi lo sciopero delle lavoratrici della cooperativa Sinco del gruppo Nival, impegnate in un appalto ottenuto dalle Vetrerie Riunite. A protestare di fronte alla sede dell’azienda, in via Broggio a Isola Rizza, una trentina di dipendenti che rivendicano il CCNL logistica trasporto merci e spedizione in luogo dell’attuale Multiservizi che prevede una paga netta mensile di circa mille euro, e richiedono una trattativa sul trasferimento che hanno subito da una settimana, senza alcun confronto sindacale, che le ha viste spostarsi dal magazzino di Colognola ai Colli a Isola Rizza con un forte disagio che va ben oltre i 50 Km andata e ritorno.

Entro venerdì scorso la Sinco doveva dare una risposta in merito alle proposte sindacali, ma ha risposto solo con il mantenimento dei medesimi orari e turni in essere. La FILT CGIL Verona con l’appoggio di tutte le lavoratrici ha dichiarato lo sciopero da oggi ad oltranza in attesa che la società incontri il sindacato per trovare una soluzione a questo trasferimento collettivo non concordato.