Torna la riscoperta dei Giardini Aperti a Veronetta

Oggi e domani, 28 location tra il quartiere di Veronetta, la Biondella e oltre l'Adige per scoprire verdi e inesplorati giardini, veri e propri tesori della città. Accesso dalle 10 alle 18.

New call-to-action

Alla sua quarta edizione, è già un grandissimo successo di pubblico, tra veronesi ma anche turisti, che hanno visitato incuriositi e estasiati dalla bellezza dei paesaggi, le 28 proposte di Giardini Aperti a Veronetta e oltre, in programma oggi e domani, domenica 28 maggio, nelle location verdi tra il quartiere di Veronetta, il centro storico oltre l’Adige fino a San Giorgio in Braida e la novità della Biondella.

Già dalle prime aperture dei giardini dalle 10 di questa mattina, aiutati da una bella giornata di sole e attrezzati con la mappa dei giardini, in tantissimi hanno intrapreso i cammini tra il verde delle Torricelle, spingendosi tra le strade al di sopra del quartiere Biondella alla scoperta del Forte che porta il suo nome, arricchito da coloratissime serre e un orto botanico, oggi proprietà della Fondazione Medaglia d’Oro Carlo Ederle. Al suo interno infatti è presente anche il giardino della memoria, chiamato anche “giardino degli eroi”.

Proprio nelle vicinanze, tra viali alberati, è presente anche la Casa San Giuseppe, ora di proprietà di Don Calabria, che regala un bellissimo corridoio d’ingresso con un tunnel di tigli e bagolari.

Subito vicino si accede all’Istituto Don Calabria che, con tutta la sua panoramica, regala una vista magnifica su tutta la città. E’ arricchita anche dalla presenza del Giardino della Grotta della Madonna, voluta da Don Calabria dopo un pellegrinaggio alla Madonna di Lourdes, al cui lato è presente una piccola pozza d’acqua con pesci rossi che è anche l’immagine scelta come simbolo di Giardini Aperti quest’anno, proprio per richiamare l’importanza e la salvaguardia verso l’acqua come bene comune.

Da questo punto panoramico, una magnifica vista si ha anche su Giardino Giusti, anch’esso facente parte delle location aperte per l’iniziativa, una visuale che si ha anche particolareggiata dal Casino di Venere, un padiglione dedicato a Venere, un tempo luogo di riposo per i visitatori del Giardino ma oggi di proprietà privata.

Sempre tra le viste panoramiche, è anche possibile arrivare fino a Castel San Pietro, nel Parco Visconteo o nel Giardino della Tartaruga, ma anche esplorare il Parco delle Mura. Un particolare progetto dedicato ai bambini è presente al Parco delle Colombare, un’anteprima per questa edizione, con i racconti di 8 Alberi Parlanti di specie diverse che racconteranno le loro origini e le loro caratteristiche ai giovani. Il progetto è stato pensato e realizzato dall’Associazione Giardini Aperti Verona nell’ambito del Progetto Parco delle Buone Pratiche-Costa Calda.

La visita prosegue poi anche nel quartiere di Veronetta, con la possibilità di poter esplorare tra le altre la ex Caserma Principe Eugenio o il Giardino delle Acidofile. Oltre l’Adige aperte anche le Serre Comunali, all’interno di una nicchia semisferica costruita nel 1500 dai Veneziani.

Tanti gli appuntamenti speciali previsti, che si possono consultare al sito https://www.giardiniapertiverona.org/benvenuti-a-giardini-aperti-2023/. Tutte le informazioni per poter partecipare al sito internet https://www.giardiniapertiverona.org/come-partecipare-2023/.

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM