Tecnologia e sicurezza: ecco il nuovo Centro Operativo Viabilità di A4 Holding

Presentato l'innovativo Centro Operativo della Viabilità di Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova, situato nella sede veronese del Gruppo A4 Holding. Una risposta alla mobilità integrata e interconnessa di oggi, alle necessità di sempre maggiore comfort e sicurezza di chi viaggia in autostrada e alle sfide delle smart road del futuro.

a4 taglio del nastro

È stato presentato e inaugurato oggi dai vertici di Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova Spa, alla presenza dei responsabili tecnici del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, delle istituzioni, dei rappresentanti del territorio, delle forze dell’ordine e degli addetti alla sicurezza e al soccorso autostradale, il nuovo I-COV, l’innovativo Centro Operativo della Viabilità di Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova, cuore nevralgico della gestione del traffico autostradale nelle tratte di A4 Brescia-Padova e di A31 Valdastico.

Un progetto all’insegna dell’innovazione e dell’avanguardia tecnologica, per un nuovo concetto di mobilità intelligente, interattiva, integrata e interconnessa, che ha coinvolto nella sua realizzazione un team di oltre 100 persone per un anno e mezzo di lavoro e sul quale il Gruppo A4 Holding, società del Gruppo Abertis concessionaria in Italia di 235 km di rete autostradale a Nord Est, ha investito oltre quattro milioni di euro.

L’innovativo I-COV, la cui sala di controllo è stata rinnovata in tutte le dotazioni tecnologiche e nelle postazioni di lavoro, è composto da sistemi, tecnologie e dispositivi integrati per migliorare ulteriormente la sicurezza e il comfort di chi viaggia in autostrada, partendo dal nuovo Sistema di Gestione del Traffico che offre un coordinamento avanzato degli eventi, degli scenari, dei processi e degli interventi in autostrada, permettendo ai responsabili e agli operatori della centrale di controllo di ottenere una panoramica completa delle informazioni provenienti dai dispositivi ITS (Intelligent Transportation Systems) collocati lungo le tratte di competenza. Il nuovo software appositamente progettato per le esigenze di Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova fornisce un supporto immediato nel processo decisionale degli addetti del nuovo I-COV, grazie a procedure di risposta standardizzate e personalizzate, consentendo così di ottimizzare e ridurre i tempi di risposta e di intervento.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Per rendere poi ancora più performante l’I-COV e permettergli di affrontare al meglio le sfide tecnologiche e gestionali legate al passaggio alla mobilità connessa e cooperativa delle smart road, è stata adottata un’innovativa piattaforma per la Mobilità Intelligente e Interconnessa che abilita il dialogo bidirezionale in tempo reale tra veicoli e l’infrastruttura autostradale, garantendo un’integrazione con i sistemi C-ITS su strada e con i centri di controllo del traffico. Dispone di una distribuzione mirata di messaggi geolocalizzati ai veicoli abilitati, fornendo informazioni “just in time” nel luogo opportuno, oltre a diffondere messaggi attraverso canali informativi convenzionali come pannelli a messaggio variabile, siti web e applicazioni come Waze.

LEGGI ANCHE: Autovelox a Verona: ecco dove sono questa settimana

Tutto questo con l’obiettivo dichiarato di rendere ancora più efficace e tempestivo il livello decisionale del personale della centrale operativa, di poter coordinare gli interventi degli ausiliari del traffico, del soccorso meccanico, dei sanitari, della Polizia Stradale e dei Vigili del Fuoco in maniera ancora più tempestiva e di informare prontamente chi viaggia in autostrada delle situazioni che si creano e dei possibili rallentamenti o pericoli.

Le nuove dotazioni tecnologiche dell’I-COV permetteranno inoltre di effettuare analisi quasi in tempo reale e di ottenere così previsioni sulle condizioni del traffico oltre a fornire valutazioni sulla sicurezza e sui rischi all’interno degli oltre 235 km di autostrada in concessione ad A4 Holding.

«Con il progetto I-COV – è il commento di Gonzalo Alcalde, Presidente del Gruppo A4 Holding – abbiamo predisposto un unico sistema integrato che gestisce le attività legate al traffico e quelle sul campo effettuate dai nostri equipaggi degli Ausiliari della Viabilità e delle diverse realtà di pronto intervento con cui collaboriamo ogni giorno. Nel 2023 il traffico veicolare sulle nostre tratte è cresciuto del 3,2% e siamo riusciti a mantenere comunque un basso livello di incidentalità, nonostante gli oltre 350mila veicoli che ogni giorno transitano lungo le nostre autostrade. L’I-COV diventa oggi ancor più di prima quell’indispensabile strumento che ci dà la possibilità di ottimizzare e perfezionare tutti i servizi legati a sicurezza e comfort di chi viaggia, che sono da sempre la priorità del Gruppo A4 Holding».

LEGGI ANCHE: Dramma in campo: muore 26enne fratello del calciatore del Legnago

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM