Milano e Cortina candidate alle Olimpiadi 2026

malagò giochi 2026

La candidatura è stata inviata ufficialmente oggi tramite una missiva del presidente del Coni Giovanni Malagò al presidente del Comitato olimpico internazionale, Thomas Bach.

Il Veneto (e più precisamente Cortina) c’è e, insieme alla Lombardia, è pronta a ospitare l’edizione 2026 delle Olimpiadi invernali.

L’ufficializzazione della “doppia candidatura” è stata data oggi dopo che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha inviato la lettera al Comitato olimpico internazionale indicando Cortina e Milano come candidate. La missiva, inviata al presidente del Cio Thomas Bach, sottolinea anche il “sostegno politico” del Governo: “Stiamo presentando un progetto innovativo, secondo le linee di Agenda 2020 e le nuove norme, che includerà non solo le città di Milano e Cortina, ma anche le rispettive Regioni, Lombardia e Veneto, entrambe pronte a sostenere l’offerta e fornire le garanzie”.

Anche il sindaco di Verona Federico Sboarina ha espresso la propria soddisfazione: “Quello di oggi è il primo importantissimo passo, fondamentale per portare a casa un risultato tanto prestigioso come le Olimpiadi invernali del 2026 a Milano e Cortina. La firma della candidatura da parte del presidente del Coni Malagò ci dà l’entusiasmo per produrre tutto ciò che serve per il Cio. Al Governatore Zaia, che ringraziamo per la tenacia dimostrata fin qui, diamo la nostra disponibilità per tutto ciò che può essere utile al suo progetto. – continua Sboarina – Ribadisco la disponibilità già annunciata ad ospitare la cerimonia inaugurale dei Giochi in Arena, luogo di suggestione unico al mondo, che darebbe un valore aggiunto alla manifestazione”.