Spacciava eroina vicino al Serd di Verona, arrestato dai carabinieri

Fermato ieri poco lontano dal Serd di Verona, fra Zai e Golosine, uno spacciatore con 30 grammi di eroina. Nello zaino aveva anche 14 cellulari.

Carabinieri San Massimo spacciava eroina vicino al Serd
L'esito della perquisizione dei Carabinieri

I carabinieri della stazione di San Massimo hanno individuato e controllato ieri un 44enne, nei pressi del Serd di Verona, in Zai, luogo che vede molto spesso il riunirsi di spacciatori che vendono droga a coloro i quali sono lì per disintossicarsi.

L’uomo, di nazionalità tunisina, già noto alle forze dell’ordine poiché pregiudicato per reati inerenti gli stupefacenti, chiacchierava in via Tevere con un connazionale, intorno alle 16 di ieri pomeriggio.

L’uomo, alla vista dei militari, ha provato a disfarsi di qualcosa, ma è stato prontamente raggiunto dai carabinieri, ai quali è parso agitato e nervoso. A seguito di perquisizione, sono stati infatti rinvenuti 30 grammi di eroina, suddivisi in 39 dosi, e 320 euro in contanti.

L’uomo, senza fissa dimora e nullafacente, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Questa mattina è comparso davanti al giudice per il rito direttissimo: arresto convalidato e disposto il divieto di dimora nella provincia di Verona.

Gli uomini dell’Arma hanno denunciato lo spacciatore per ricettazione: nel suo zaino infatti, sono stati rinvenuti ben 14 telefoni cellulari, evidentemente utilizzati per contattare i diversi acquirenti e fornitori, e 2 iPad.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM