Si scalda lo scontro politico sulla sicurezza a Verona: il Comune replica

Si riaccende il dibattito sulla sicurezza a Verona. Le opposizioni in consiglio comunale bocciano l’approccio dell’amministrazione, che però rivendica investimenti.

L'assessora Zivelonghi e controlli della Polizia in stazione
L'assessora Zivelonghi e controlli della Polizia in stazione
New call-to-action

Oltre alle temperature in città, si scalda anche la discussione politica sulla sicurezza a Verona. Alcuni recenti fatti di cronaca hanno sollevato le accuse delle opposizioni, mentre il Comune replica rivendicando gli investimenti fatti, più di 1 milione e mezzo di euro per il 2023 fra telecamere di videosorveglianza, manutenzione della segnaletica luminosa, adeguamenti della centrale operativa e mezzi per la Polizia locale.

LEGGI ANCHE: Apertura galleria Adige-Garda, è scontro

Le accuse

Padovani: «I veronesi non si sentono più sicuri a uscire di casa»

Riferendosi al recente caso di un’aggressione in centro storico da parte di due ragazzine nei confronti di coetanee, il deputato di Fratelli d’Italia Marco Padovani dichiara: «Ancora una volta abbiamo assistito all’ennesimo caso di violenza urbana. L’amministrazione comunale non si sta sufficientemente attivando per contrastare questa piaga che sta dilagando ogni giorno sempre più».

Secondo Padovani «La sinistra si trova per la prima volta ad affrontare una problematica di questo tipo a Verona e si vede. Il caso viene trattato come “disagio sociale ed educativo” ma di disagio qua c’è ben poco, se non per migliaia di veronesi che la sera non si sentono più sicuri ad uscire da casa».

Bisinella: «Dal sindaco atteggiamento sminuente»

Patrizia Bisinella, capogruppo di Fare! con Tosi in Consiglio Comunale afferma: «Da parte del Sindaco e dell’Assessore Zivelonghi c’è sempre stato un atteggiamento sminuente del problema, al limite della negazione, anche a fronte delle tante richieste di aiuto da parte dei cittadini. Chiederemo un consiglio straordinario, ma il fatto che non si abbia il polso della città che si amministra è molto grave».

LEGGI ANCHE: Ciclovia del Sole, De Berti: «Da Verona a Valeggio in bici»

Rossi: «Episodi inquietanti»

Il consigliere comunale di Verona Domani Paolo Rossi: «Come rappresentante in Consiglio ricevo quotidianamente decine di segnalazioni di episodi inquietanti nei quartieri e nel Centro, dove i veronesi non si sentono più sicuri».

Aggiunge a nome del gruppo la solidarietà alle Forze dell’Ordine: «Vorrei esprimere la nostra solidarietà alle Forze dell’Ordine perché verso di loro si è creato un clima ostile. In ogni categoria si può nascondere la mela marcia ma non per un episodio si deve catalogare l’intera categoria. Prendiamo le distanze da alcune parole di una certa sinistra che crea un clima ostile che non condividiamo.
Inoltre chiediamo che vengano ascoltate e ricevute in comune categorie in pericolo come gli autisti di autobus e taxi».

Borchia: «Intensificare la presenza delle Forze dell’Ordine»

«Un incontro proficuo al Viminale con il Sottosegretario agli Interni Nicola Molteni, per condividere idee e strategie sulla sicurezza di Verona e del Lago di Garda. Ci siamo confrontati e abbiamo affrontato diverse questioni cruciali legate al territorio veronese, considerando che i continui fatti di cronaca non fanno che evidenziare l’importanza di intensificare la presenza delle Forze dell’Ordine».

Così l’eurodeputato Paolo Borchia, segretario della Lega di Verona, dopo l’incontro a Roma al Ministero con il Sottosegretario agli Interni Nicola Molteni.

«Le novità più significative: sono previste assegnazioni stagionali che andranno ad aumentare il presidio già esistente sul territorio, cui si aggiungerà un piano assunzioni da 1.800 unità tra fine anno e inizio 2024. I cambiamenti nella nostra società stanno comportando nuove sfide anche per la gestione della sicurezza, – aggiunge Borchia – mentre le pressioni migratorie ai confini implicano un aumento degli effettivi da distaccare dal territorio. Ringrazio moltissimo il Sottosegretario per la preziosa e consueta disponibilità, come Lega continueremo a dare priorità alle istanze dei territori, la sicurezza rappresenta un bene inderogabile».

LEGGI ANCHE: Vandali a Cadidavid: Comune e comitato cittadini al lavoro

La replica del Comune

L’amministrazione Tommasi rivendica interventi per più di 1 milione e mezzo di euro

Per presidiare la sicurezza sul territorio comunale, l’Amministrazione ha finanziato per il 2023 nuovi interventi per più di 1 milione e mezzo di euro, una somma che si aggiunge a progetti e iniziative già avviate o in fase di partenza e che riguardano diversi aspetti della sicurezza stessa. Dall’arrivo di nuove telecamere per potenziare la videosorveglianza in tutti i quartieri agli incontri con i cittadini nelle otto Circoscrizioni per mappare criticità e trovare soluzioni adeguate; dal progetto sul Controllo di vicinato alle campagne di sensibilizzazione promosse con le categorie economiche per una maggiore sicurezza sulle strade.

Riguardano, nello specifico:

  • manutenzione straordinaria segnaletica luminosa e nuovi impianti semaforici – anno 2023 per un importo di euro 200.000;
  • manutenzione straordinaria segnaletica non luminosa – anno 2023 per un importo di euro 160.000;
  • interventi di adeguamento della centrale operativa, installazione di antenne, ponte radio presso la nuova sede operativa della polizia locale, per un importo complessivo di euro 130.000;
  • finanziamento per un importo di euro 150.000,00 per l’acquisto di automezzi per la Polizia Locale;
  • finanziamento per un importo di euro 285.000 per l’acquisto e la fornitura di beni strumentali per la polizia locale (telecamere, palmari stampanti);
  • Centrale Traffico, Fornitura di software e apparati periferici per il controllo e il monitoraggio del traffico per euro 20.000;
  • acquisto pannelli a messaggio variabile e 3 varchi ZTL per euro 150.000.

Spese correnti per 500 mila euro: maggiori spese per sistema di allerta popolazione e aggiornamento piano di emergenza Protezione civile per euro 50.000; maggiori spese per manutenzione ordinaria centrale controllo traffico per euro 125.000; maggiori spese per segnaletica stradale semafori e coppe giratorie per euro 325.000.

«Un investimento importante che evade tutte le richieste arrivate dai diversi settori comunali per interventi legati alla sicurezza in generale – ha detto l’assessore al Bilancio Michele Bertucco –. È in fase di approvazione il Piano del fabbisogno del personale, che ci permetterà di effettuare nuove assunzioni a favore della Polizia locale, sia con contratti a tempo indeterminato che determinato».

«Gli investimenti decisi sono importanti – afferma l’assessora alla Sicurezza Stefania Zivelonghi –. Va tuttavia precisato che l’investimento complessivo è molto superiore a quello esemplificato e che comprende interventi e iniziative afferenti ai diversi assessorati, dal Sociale alle Politiche educative, dalla Cultura alle Strade».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Interventi e progetti specifici

Videosorveglianza. Grazie al project financing presentato da AGSM-AIM Smart Solutions Srl, società del gruppo AGSM-AIM, migliaia di telecamere che saranno messe in rete, per un monitoraggio unificato che sarà utile anche per investimenti futuri in ambito di analisi dei dati e intelligenza artificiale. Oltre alla sostituzione dei dispositivi obsoleti, altre 25 nuovi punti di videosorveglianza saranno installati in diverse zone del territorio.

Illuminazione. La tutela dell’incolumità delle persone  passa anche attraverso una buona illuminazione. Nei prossimi mesi verranno installati 57 nuovi punti luce sul territorio, un intervento che ha il  costo complessivo di 97.000 euro e che è effettuo da Agsm Aim Smart Solutions s.r.l., proprietaria della rete e degli impianti di pubblica illuminazione. Le nuove installazioni vanni a risolvere alcune criticità di illuminazione e rispondono in modo puntuale alle segnalazioni di cittadini e Circoscrizioni.

Controllo di vicinato. Si tratta di un meccanismo che si aggiunge come ulteriore strumento di vigilanza ma anche di partecipazione attiva, inserendosi in quell’idea di quartiere che vorrei che l’ Amministrazione sta portando avanti. Nel lavoro di questi mesi sono stati definiti il protocollo operativo che spiega le finalità del progetto e le macro aree di intervento, e quello applicativo, una sorta di vademecum che entra invece nel dettaglio di chi fa cosa e indica le modalità di partecipazione. Il progetto è in partenza in via sperimentale nei territori della 2^ e della 3^ Circoscrizione.

Il Quartiere che vorrei. In tutti questi mesi l’Amministrazione ha incontrato i cittadini delle 8 Circoscrizioni. Lo ha fatto misurandosi direttamente con i problemi degli abitanti e affrontando diversi temi, dalla sicurezza alla viabilità, dal disagio giovanile al decoro urbano. Mappate le principali criticità, l’Amministrazione è al lavoro per risolverle una ad una.

Proventi dalle multe 2022. Quasi 9 milioni di euro (su un totale degli incassi di circa 15.455.000 euro) vanno a migliorare la sicurezza stradale nel suo complesso, con interventi già messi a bilancio per il 2023 che riguardano progetti per la sicurezza stradale su tutto il territorio comunale ma anche il potenziamento delle attività di controllo, fondamentali per diminuire comportamenti scorretti di chi si trova alla guida di un mezzo disciplinato dal codice della strada e soprattutto per diminuire il più possibile il numero di incidenti. Particolare attenzione il Comune riserva all’educazione stradale, anche tra i più giovani, con percorsi educativi all’interno delle scuole.

Campagne di sensibilizzazione. Dalla guida sicura al bere consapevole, l’Amministrazione si è attivata da subito per promuovere l’importanza di comportamenti responsabili quando ci si trova sulle strade. Due i progetti avviati in sinergia con istituzioni e associazioni di categoria del territorio.

Il primo prevede una formazione gratuita per gli adulti, una novità assoluta nel panorama cittadino e non solo, che permette di raggiungere almeno 4500 dipendenti pubblici con corsi online gratuiti frutto della collaborazione tra l’Amministrazione e Confindustria Verona.

Il secondo, vede il Comune e la Polizia municipale insieme alle categorie economiche e agli esercenti impegnati in una campagna di comunicazione per sensibilizzare i cittadini e in particolate i più giovani a non mettersi alla guida dopo aver assunto alcol, campagna potenziata in occasione di particolari eventi e festività, come la ricorrenza di Halloween e il Capodanno.

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM