Scuola, a San Martino si rientra in sicurezza

Tutto pronto a San Martino Buon Albergo per il rientro in classe degli studenti. Riorganizzati gli spazi per le aule e confermato il servizio mensa. Il sindaco De Santi: «Ci siamo mossi con grande anticipo rispetto ai tempi ministeriali, e ad oggi si è rivelata una mossa vincente».

scuola progetti educativi

Un rientro a scuola in piena sicurezza per studenti, famiglie e per tutto il personale scolastico: questo l’obiettivo delle numerose iniziative messe in campo dall’Amministrazione comunale di San Martino Buon Albergo per l’inizio del nuovo anno scolastico dopo l’emergenza da Covid-19. Iniziative concrete per tutelare l’intera comunità a cui l’Amministrazione – unitamente alla Dirigente Scolastica Paola Marconi – sta lavorando da diverso tempo.

«Abbiamo deciso di muoverci con largo anticipo cercando le soluzioni più adatte per garantire un rientro a scuola in totale sicurezza. Abbiamo stanziato 400 mila euro per la didattica e per migliorare la vivibilità degli spazi, portando così a 1 milione le risorse dirette che il Comune ha messo in campo per fronteggiare la pandemia da Covid-19. Abbiamo innanzitutto provveduto ad acquistare nuovi banchi, tensostrutture e transenne per il giusto distanziamento senza tuttavia privare i nostri giovani della bellezza del confronto e dello stare insieme, tipici dell’ambiente scolastico e di cui per troppi mesi sono stati privati» spiega il Sindaco Franco De Santi.

In sinergia con la Dirigenza scolastica, si è provveduto a riorganizzare gli spazi e in alcuni casi orari e servizi adattando la didattica alle nuove direttive, senza tuttavia avere la necessità di utilizzare aule esterne. Nel rispetto delle regole anti-assembramento si è provveduto ad incrementare il numero di varchi e agli accessi degli istituti scolastici saranno posizionate transenne (150 stradali e 150 all’interno delle strutture) con un’opportuna segnaletica così da evitare accessi scaglionati. La mascherina sarà obbligatoria nelle aree comuni al chiuso così come sugli scuolabus a disposizione degli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado (dove saranno fornite 2 mascherine per bambino), mentre l’utilizzo in classe sarà definito in base alle normative vigenti all’inizio dell’anno scolastico.

Grande attenzione anche per le pulizie che saranno programmate e documentate a registro giornalmente dall’istituto scolastico. Confermato il servizio mensa nel rispetto delle norme anti-Covid e secondo le indicazioni della Dirigenza Scolastica. A supporto delle attività esterne, è stata acquistata una nuova tensostruttura per la scuola Barbarani ed è stata posizionata una tensostruttura già esistente presso le scuole Salvo d’Acquisto, così come 12 gazebo per le aree verdi delle quattro scuole dell’infanzia comunali.

Per garantire il distanziamento sono stati programmati per il futuro spazi aggiuntivi come l’acquisto di una struttura ecocompatibile in legno per il servizio mensa delle scuole Todaro. Sono stati inoltre predisposti fondi per gli interventi anti-Covid delle scuole paritarie.

«Tutte queste azioni sono state programmate nei mesi estivi, in collaborazione con l’ufficio scolastico e con il supporto degli uffici comunali. Nei mesi caldi dell’emergenza, le priorità hanno riguardato l’ambito sociale ed economico, mentre nel corso dell’estate abbiamo lavorato a pieno regime per garantire una ripartenza in sicurezza dell’anno scolastico. Tutta la pianificazione è stata portata avanti secondo le normative regionali e nazionali che aggiorniamo a seconda delle modifiche. Voglio sottolineare tuttavia che ci siamo mossi con grande anticipo rispetto ai tempi ministeriali, così da non farci trovare impreparati e ad oggi si è sicuramente rivelata una mossa vincente non solo rispetto al distanziamento in classe ma anche a servizi garantiti come il trasporto scolastico» sottolinea il Sindaco De Santi.

Tutte le informazioni e le linee guida diffuse recentemente dal Governo e dalla Regione Veneto, sono elencate in un volantino che l’Amministrazione comunale ha distribuito nelle scorse settimane a tutte le famiglie di San Martino Buon Albergo.

«Raccomandiamo a tutti coloro che hanno una temperatura oltre i 37.5° o sintomi influenzali e a tutti coloro che sono entrati in contatto con persone positive al virus di rimanere in casa e avvertire immediatamente il proprio medico di famiglia. La scuola deve ripartire, ma ciascuno di noi deve adottare un comportamento prudente e attento affinché il lavoro e i sacrifici che tutta la nostra comunità ha dovuto affrontare negli ultimi mesi, non siano vani» conclude De Santi.